Alla scoperta di Labelexpo Europe 2017

0

In questa pagina vi proponiamo una selezione delle novità che gli espositori di Labelexpo Europe 2017 (25-28 settembre, Brussels Expo, Brussels) mostreranno durante i giorni di fiera. Una carrellata rapida ed esaustiva sulla direzione tecnologica che sta prendendo il mercato.

Indice

 

Asahi Photoproducts porta innovazione e formazione a Labelexpo Europe 2017

Riflettori puntati sulla stampa con palette fissa di colori: il futuro della flessografia

Asahi Photoproducts, azienda pioniera nello sviluppo di lastre flessografiche fotopolimeriche, ha oggi reso noto che esporrà a Labelexpo Europe 2017 le sue soluzioni di lastre fotopolimeriche con risciacquo ad acqua AWP™ dotate della Pinning Technology for Clean Transfer. Asahi occuperà lo stand 5A34 alla fiera, in programma a Bruxelles dal 25 al 28 settembre.

Labelexpo Europe è sempre un appuntamento importante nel nostro programma fieristico“, afferma Akihiro Kato, direttore generale di Asahi Photoproducts Europe. “Soprattutto quest’anno, con il crescente interesse in tutta Europa per una produzione di etichette e imballaggi più efficiente e di qualità più elevata. Alla fiera, i nostri esperti saranno a disposizione dei visitatori per aiutarli a comprendere meglio come le lastre AWP™ Asahi possono migliorare l’OEE e la redditività della macchina da stampa senza compromettere la qualità. Chi verrà a trovarci allo stand potrà inoltre vedere esempi di applicazioni stampate e avvalersi della consulenza dei nostri esperti per capire quali possono essere le lastre migliori per le loro esigenze specifiche.

Gli esperti Asahi saranno inoltre a disposizione per parlare con i visitatori della stampa con palette fissa di colori, che si avvale di un set di colori fisso con un massimo di sette inchiostri, in modo da eliminare praticamente la necessità degli inchiostri per tinte piatte. Grazie all’impiego di un set di inchiostri fisso, non occorre eseguire lavaggi e la combinazione dei lavori è più facile. Le lastre Asahi con Pinning Technology for Clean Transfer offrono la precisione di messa a registro da lastra a lastra necessaria per implementare con successo questo processo di stampa. “Secondo noi,” aggiunge Akihiro Kato, “questo è il futuro della flessografia, specialmente per gli imballaggi flessibili, e consente alla flessografia di competere con la stampa digitale su tutto eccetto le tirature bassissime.”

In fiera…
Una novità che Asahi Photoproducts porterà a Labelexpo è la soluzione AWP™-DEW, che unisce la ben nota qualità delle lastre AWP™ DEF e una maggiore velocità di elaborazione. Ciò la rende la lastra ideale per le aziende che producono imballaggi ed etichette a ritmi elevati e puntano a un’ottima qualità e a vantaggi in termini di OEE.

L’opinione dei clienti
I trasformatori che intendono abbandonare rotocalco e offset rimangono veramente colpiti da ciò che le AWP sono in grado di ottenere.” Questo il commento di Matt Francklow, direttore generale di Creation Reprographics. “Nel Regno Unito siamo stati pionieri nell’uso della tecnologia di lastre lavabili con acqua Asahi AWP. Offrono prestazioni eccezionali in confronto alle altre lastre fotopolimeriche disponibili sul mercato.

I numerosi clienti che si avvalgono con continuità di questa tecnologia sono la prova che la precisione e la qualità di stampa eccezionali che garantisce sono apprezzate.

Un altro cliente Asahi soddisfatto è Colognia Press, azienda di trasformazione di etichette ceca che aveva bisogno di incrementare l’OEE.

Con le lastre flessografiche che utilizzavamo prima avevamo troppe interruzioni in stampa per la pulizia e la sostituzione dei clichè” spiega Bohdan Holona, responsabile desktop publishing. “Per le alte tirature, ciò significava che la metà del tempo impiegato per la produzione di un lavoro era improduttivo. E perfino nelle basse tirature non eravamo soddisfatti della consistenza in stampa da inizio a fine lavori, per cui dovevamo spesso fermare la macchina da stampa per pulire le lastre o regolarla per mantenere una certa qualità.

Bohdan Holona aggiunge che, dopo aver considerato numerose soluzioni alternative, l’azienda ha optato per il sistema di produzione di lastre AWP di Asahi. “Adesso“, spiega, “possiamo realizzare un’intera tiratura di 10 km senza interruzioni. Abbiamo persino eseguito un lavoro di 22 ore con un solo set di lastre, non-stop, con qualità estremamente uniforme dall’inizio alla fine. È stato incredibile!

Pinning Technology for Clean Transfer: in dettaglio
Tecnologia che accomuna molte lastre di stampa flessografica Asahi, la Pinning Technology for Clean Transfer consente un trasferimento pulito dell’inchiostro e ne evita l’accumulo sulle superfici e sui bordi della lastra. Ciò si traduce in meno fermi macchina per la pulizia, in tempi di inattività ridotti e in sensibili miglioramenti della qualità. La precisione di messa a registro ottenuta con le lastre Asahi garantisce una stampa in quadricromia di qualità elevatissima con una palette fissa, riducendo al minimo la necessità di utilizzare e gestire inchiostri a tinta piatta. La tecnologia Pinning Technology for Clean Transfer consente di applicare una pressione di stampa molto leggera. Utilizza una bassa tensione superficiale per la lastra, resa possibile da una chimica dei polimeri appositamente sviluppata da Asahi. L’inchiostro crea un globulo, con un ampio angolo di contatto e un elevato punto di contatto. Ne risulta un trasferimento dell’inchiostro più pulito e più omogeneo dalla lastra al supporto di stampa, consentendo agli stampatori flessografici di soddisfare le richieste di qualità sempre maggiori dei loro clienti.


torna all’indice

Mouvent presenterà rivoluzionarie innovazioni per la stampa digitale a Labelexpo 2017

La nuova società sarà presente allo stand A60 del padiglione 3 durante Labelexpo 2017, affiancata dalla sua società madre, BOBST.

Mouvent, una nuova azienda fondata da BOBST e Radex che opera nell’ambito della stampa digitale con l’impiego di una tecnologia digitale all’avanguardia (leggi qui la news dedicata), presenterà la sua prima gamma di soluzioni per la stampa di etichette in occasione di Labelexpo 2017. Queste soluzioni comprendono due nuovissime stampanti con inchiostro UV a 7 colori ad alta velocità (LB701-UV e LB702-UV) e un’innovativa stampante di etichette inkjet digitale per il segmento della stampa a banda stretta che rappresenta un elemento assolutamente rivoluzionario per il settore.

Le macchine a bobina sono in grado di stampare su diversi tipi di supporti quali carta, etichette autoadesive e materiali flessibili, con una larghezza fino a 170 mm/340 mm. Le velocità di produzione possono raggiungere i 100 m/min con una risoluzione nativa di 1.200 x 1.200 dpi e una risoluzione ottica di 2.000 dpi.

Siamo entusiasti di poter presentare la nostra gamma di stampanti di etichette al settore”, ha spiegato Martin van Waeyenberge, Marketing & Sales Manager, Label Machines a Mouvent. “Abbiamo una tecnologia veramente pionieristica da presentare, che abbiamo motivo di ritenere offrirà importanti vantaggi alle aziende. La stampa digitale rivestirà un ruolo sempre più importante, in particolare per la stampa di etichette, mentre il settore è impegnato a soddisfare la domanda di consegne più veloci, tempi di commercializzazione più rapidi oltre a capacità di produrre più versioni e personalizzazione, e vogliamo posizionarci in prima linea per soddisfare queste esigenze.

Labelexpo 2017, uno dei principali eventi del settore dell’industria grafica con la presenza di oltre 600 espositori, che si terrà dal 25 al 28 settembre 2017 a Brussels Expo, sarà il primo evento importante a cui parteciperà Mouvent da quando è stata fondata nel giugno di quest’anno.

Labelexpo 2017 rappresenta una fantastica opportunità per presentare Mouvent agli operatori che possono trarre vantaggio dalla nuova serie di innovative soluzioni di stampa digitale che abbiamo da offrire e siamo impazienti di partecipare a quattro giornate produttive di scambi e discussioni”, ha proseguito Marting van Waeyenberge. “Venite a trovarci allo stand A60 nel padiglione 3, saremo entusiasti di poter parlare con voi della nostra tecnologia”.

“La semplicità è la nostra filosofia”
Mouvent sviluppa, progetta, testa e commercializza su scala industriale stampanti digitali. L’azienda promette di definire un nuovo standard per i costi e la qualità della produzione inkjet di etichette, relativamente ai prezzi dell’inchiostro, alla durata delle testine, alle prestazioni e alla qualità delle macchine. Oltre alle nuove macchine da stampa per etichette che esporrà a Labelexpo, Mouvent ha già presentato un’innovativa stampante digitale per tessuti, in grado di stampare a 8 colori con velocità di produzione senza precedenti. Sono numerosi i prodotti in fase di sviluppo.

L’innovativa progettazione a cluster è la base di tutti i sistemi, attuali e in via di sviluppo. “La progettazione del MouventTM Cluster costituisce una strategia completamente nuova che sfrutta un cluster di base con una matrice modulare e scalabile anziché utilizzare diverse barre di stampa per diverse applicazioni e larghezze di stampa”, ha spiegato Martin van Waeyenberge. “Questa strategia semplice e tuttavia completamente innovativa differenzia le soluzioni di Mouvent. L’innovazione si traduce in ultima analisi in un’elevata risoluzione ottica per ottenere una stampa nitida, vivace e ad altissima risoluzione, oltre a offrire una flessibilità e possibilità mai viste in termini di sviluppo della macchina.”


torna all’indice

Codimag to unveil Viva Aniflo label press workflow enhancements at Labelexpo Europe 2017

At Labelexpo Europe 2017,Codimag (stand 11C10) demonstrates its enhanced Viva 340 presses based on Aniflo unique printing technology. Featuring an offset unit and plates plus simple anilox delivery system, Aniflo delivers high definition, uniform web coverage, expanded gamut printing and fast imaging / setup times.

At Labelexpo Europe 2017,Codimag celebrates its 40th anniversary with a 500m2 stand (11C10) featuring enhancements to its Viva 340 Evolution and Viva 340 combination presses based on the company’s Aniflo printing technology. There will also be regular live demonstrations and the possibility to arrange private trials.

Codimag’s Aniflo technology combines offset quality, flexo simplicity and digital flexibility. It features an offset unit, with offset plates and a simple anilox delivery system that brings a uniform ink amount across the web. High-definition plates can be imaged within three minutes, assuring fast setup times and outstanding quality on all commonly used label substrates. Aniflo’s superior stability allows expanded gamut printing, reaching over 90 per cent of the PMS colour book without ink changes or consequential washing.

Viva 340 Evolution, a dedicated Aniflo press, will feature advances in Viva Evolution’s software, architecture and controls. A new human-machine interface enables transfer of prepress data to print a label with minimised manual input in minutes. New software features allow automated register synchronisation and connectivity with elements in the customer’s IT environment such as prepress solutions and ERP systems.

Private one-to-one trials are arranged on the Viva 340 Evolution for converters willing to have their own PDF files printed on the press in real production environment, using Esko Equinox imaging software to provide a real-time experience of the speed and efficiency of the complete workflow.

Furthermore, Codimag provides live demonstrations of its Viva 340 combination press, a modular machine that can be configured according to customer needs. The Viva 340 offers integrated in-line finishing processes to enable added-value label production in a single-pass. The Viva 340 press to be demonstrated at Labelexpo will feature five Aniflo positions in combination with rotary screen, enhanced flat-bed foil embossing combo unit and flexo varnish. New features include a shorter matrix path to the rewinder, minimising change of web-breaks, and automated web guidance and camera inspection. The Viva 340 combination press will also be shown with the new air-cooled IST-Metz MBS LEDcure system that offers longer lamp lifetime, reduced energy consumption, elimination of ozone emissions, increased start-up speeds and compatibility with film as well as paper substrates.


torna all’indice

CRON to deliver exceptional image quality yet low cost solutions for HDI Flexo plate imaging at Labelexpo Europe

CRON (stand 9B18) to demonstrate game changing quality and new price-quality standards for Flexo and Letterpress plate imaging

CRON’s commitment to delivering exceptional quality prepress solutions and excellent value for money will be demonstrated during Labelexpo this September, with a showcase of the CRON HDI Flexo 600 and 1600 CTP models at the CRON stand (9B18).

The HDI Flexo range, designed to provide outstanding flexibility, is available in three formats: 600 and 900mm for label applications, and 1600mm for general packaging work. All HDI Flexo models are compatible with thermal film, digital polyester-back flexo and letterpress plates. Additionally, the HDI 600 features a clamping system, which makes it possible to image on a diverse range of media, including thermal offset plates and dry offset metal-backed plates.

The HDI Flexo models offer low-cost solutions for a wide range of applications without compromising on quality. Three model variants allow users to fine tune production to their print requirements: “S” variants have a maximum resolution of 5080 dpi, while “S+” and “H” variants have a maximum resolution of 9600 dpi. CRON’s digital plate imaging sets a new price-quality standard, bringing digital image control to Flexo and Letterpress plate imaging.

Prepress solutions for the Flexo and Letterpress markets have traditionally been very expensive to run and maintain, let alone the initial outlay, meaning that most label and packaging converters have been forced to outsource their prepress production”, comments Derek Sizer, Regional Director, EMEAR. “The CRON HDI Flexo are very competitively-priced machines in comparison, meaning packaging converters can bring plate production in house. This reduces lead times and significantly increases their flexibility to take on a wide range of production jobs.

A prototype of the HDI Flexo CTP was exhibited at Labelexpo 2015 and the range was officially launched at drupa last year. After achieving notable success with its Flexo HDI range in China and Asian markets CRON is now set to focus its efforts in EMEAR and the US.


torna all’indice

EyeC mostra la più veloce tecnologia per l’ispezione di etichette al Labelexpo Europe 2017

EyeC presenta la sua gamma completa di sistemi di ispezione al padiglione 4 Stand C61

Dal 25 al 28 settembre 2017 al Labelexpo Europe di Bruxelles EyeC presenterà i suoi più veloci sistemi di ispezione per la stampa di etichette e imballaggi flessibili. Le nuove soluzioni di ispezione supportano i processi più avanzati e assicurano la qualità della stampa durante l’intero processo di produzione.

Al padiglione 4, stand C61, gli esperti nel controllo della stampa mostreranno il sistema di ispezione In-Line EyeC ProofRunner Label in azione. Il sistema garantisce una ispezione della stampa al 100% direttamente sulla macchina da stampa o sul tavolo di controllo — il tutto alla massima velocità. EyeC ProofRunner Label ispeziona la stampa di tutte le etichette o degli imballaggi flessibili anche con la massima produttività, a una velocità di 600 metri il minuto.

EyeC Quality Link consente l’integrazione e l’ottimizzazione dei processi di controllo — dalla stampa alla lavorazione successiva. I risultati del controllo di stampa sulla macchina da stampa sono valutati da una stazione di controllo esterna e trasmessi al tavolo di controllo che blocca automaticamente le etichette difettose utilizzando il software EyeC. In modo da reagire più rapidamente sulla stampa evitando costosi scarti di materiale. Contemporaneamente, il Rewinder può funzionare più velocemente grazie alle limitate interruzioni.

Il nuovo EyeC Workflow Integration automatizza la verifica PDF nella prestampa, integrando i sistemi di ispezione Software EyeC Proofiler Graphic nei sistemi Workflow come ad esempio per Esko Automation Engine. Il sistema Workflow attiva automaticamente i processi di ispezione, EyeC Proofiler Graphic legge i dati degli ordini richiesti, i file e i parametri di ispezione del sistema workflow e trasmette i risultati del check.

Inoltre EyeC presenterà il suo sistema off-line e il suo sistema di ispezione dell’Artwork. EyeC Proofiler 400 DT esegue in soli 30 secondi un controllo completo della qualità dei campioni in formato A3 contro il master pdf approvato. L’EyeC Proofiler Content garantisce una semplice e sicura verifica dell’Artwork.

Il Dott. Ansgar Kaupp, Amministratore di EyeC GmbH ha precisato: “da oltre 15 anni offriamo sistemi di ispezione per la stampa di etichette per l’industria. Oggi siamo l’unico fornitore sul mercato che garantisce la qualità di stampa in tutto il processo di produzione — dal primo file Artwork al prodotto stampato finale. Quest’anno al Labelexpo Europe, presenteremo ai nostri clienti sistemi di ispezione ancora più veloci per supportare i più avanzati processi di produzione integrati“.


torna all’indice

Da Ferrarini & Benelli arriva il trattamento corona per stampa etichette e narrow web

L’azienda italiana lancia sul mercato la sua ultima creazione, progettata espressamente per linee di stampa di etichette.

Ferrarini & Benelli è un’azienda specializzata nella progettazione e produzione di stazioni per il trattamento corona e plasma. Le soluzioni nascono dalla pluriennale collaborazione con i principali costruttori mondiali (OEM) di linee produttive di estrusione e trasformazione di imballaggio flessibile. Ad oggi, più di 10.000 stazioni corona vengono quotidianamente utilizzate in tutto il mondo per migliorare le proprietà di bagnabilità di molte superfici.

Ferrarini & Benelli sarà presente a Labelexpo Europe (stand 4B37) dove presenterà la nuova ET98, stazione di trattamento corona a banda stretta principalmente usata sulle linee di stampa etichette. Disponibile in diverse dimensioni si adatta alla velocità della linea fino a 300 m/min.

Le etichette sono fatte con materiali diversi (vinile, acetato, poliestere, polipropilene, fogli di alluminio ecc.). Tutti questi materiali contengono additivi, scivolanti, antistatici e plastificanti che emigrano in superficie durante lo stoccaggio diminuendone la bagnabilità al momento della stampa. ET98 risponde alla necessità di applicare alle linee di stampa una stazione di trattamento corona in linea, per garantire così un buon ancoraggio degli inchiostri.

Caratteristiche principali:

  • Le stazioni di trattamento corona a banda stretta sono dotate di elettrodi ceramici che permettono il trattamento di tutti i tipi di materiali, conduttori e non conduttori.
  • Elettrodi ceramici multipli per garantire elevate prestazioni.
  • Il rullo di scarica è rivestito in ceramica conduttiva per ottenere migliori caratteristiche frizionali e di durata.
  • Design aperto, il sistema di apertura a cassetto facilita l’incorsamento del film e lo smontaggio elettrodi per una rapida manutenzione.

Le stazioni di trattamento corona a banda stretta sono abbinate a generatori monofase con tecnologia iGBT. Equipaggiati con un sistema di controllo interamente digitale. I generatori offrono un display intuitivo disponibile in diverse lingue per garantire la massima facilità di utilizzo.


torna all’indice

GlobalVision to unveil cutting-edge scanning technology at Labelexpo Europe 2017

GlobalVision is set to unveil a new scanner with features unrivaled in the proofreading industry, and present its latest advancements in quality control tools in Hall 3, stand 3D65 at Labelexpo Europe 2017 held 25-28 September in Brussels, Belgium. A press conference for industry journalists will also be hosted by GlobalVision on the 27th of September from 10:15 until 10:45 a.m.

The unveiling of our new scanner technology with unsurpassed performance is an exciting show highlight for GlobalVision, and will be of great interest to visitors and journalists at Labelexpo Europe. The full range of advanced features will be disclosed at the press conference, and live demonstrations of the new scanner will be available throughout the show”, said Reuben Malz, Founder and CEO of GlobalVision and spokesperson of the press conference.

In addition to the new scanner technology launch at Labelexpo Europe, GlobalVision will also showcase the enhanced 4.1 desktop version of its unified Quality Control Platform, with software advancements including faster speed of loading files and inspection time, and cloud-based deployment available in HTML 5. Show visitors will also see ticket updates of their integrated Quality Control Platform with Esko’s workflow server Automation Engine 16, an award-winning customized solution that performs automatic quality control checks in spelling, text, barcodes, braille, colors and other packaging specific artwork in the prepress workflow.

Designed to eliminate printed artwork and copy related errors, GlobalVision’s automated proofreading software solutions provide all-in-one quality assurance at every stage of the workflow process. GlobalVision’s scanners with advanced error detection can inspect a range of printed materials such as foil, reflective print, thin leaflets, folded inserts/outserts, press sheets, label webs, shrink film, drawings, corrugated, labels, cartons, and film.

We look forward to welcoming label and packaging brand owners and printers on our stand, for a personal introduction to our new scanner and latest Quality Control Platform technology that adds a high level of proofreading accuracy and inspection efficiency to their packaging workflow“, concluded Malz.


torna all’indice

A Labelexpo Europe 2017 Grafikontrol presenterà il sistema di controllo LYNEX per etichette

LYNEX è un prodotto della linea TQC-360°, la piattaforma modulare dei prodotti Grafikontrol (stand 11D09) sviluppata per dare agli stampatori una soluzione completa a garanzia della qualità, che unisce alte prestazioni con un’assistenza eccellente.

Presentato per la prima volta al mercato delle etichette nel corso del Labelexpo 2015, LYNEX è un sistema di ispezione al 100% della stampa che consente di rilevare e catalogare in automatico tutti i difetti. La sua capacità di ispezione continua dell’intero formato insieme alla sua facilità d’uso l’hanno reso in breve tempo un sistema apprezzato e ricercato dai produttori di etichette.

Grazie alla moderna interfaccia multitasking implementata su un monitor multi-touch da 23” ad alta risoluzione, l’operatore può analizzare in tempo reale l’intero formato e beneficiare dell’individuazione automatica dei difetti sia di stampa sia del supporto. L’allarme immediato, quando viene individuata l’imperfezione garantisce l’eliminazione del materiale difettoso. LYNEX inoltre fornisce l’analisi della produzione e la raccolta dati.

“Siamo orgogliosi di essere riusciti in soli due anni a diventare protagonisti nel settore delle etichette, dove i nostri sistemi di controllo sono presenti presso vari stampatori di etichette europei e americani”, afferma Paolo De Grandis, direttore vendite e socio di Grafikontrol. “L’attenzione alle esigenze dei clienti ci ha portato a realizzare sistemi sempre più performanti, che garantiscono la rilevazione dei difetti di dimensioni fino a 0,1 mm su tutta la superficie stampata.”

LYNEX è un sistema altamente flessibile e può essere composto da una o più telecamere lineari a colori, configurabili in base alle esigenze, che possono lavorare con velocità di produzione fino a 900 m/min senza modificare la risoluzione dell’immagine. LYNEX è adatto per il controllo delle difettosità su qualsiasi tipologia di stampa e substrato. L’illuminazione a LED bianco assicura una qualità e distribuzione di luce senza alcun degrado dell’immagine, anche su materiali ed inchiostri riflettenti.

Siamo lieti di invitare i visitatori interessati al controllo delle etichette a vedere le dimostrazioni dal vivo di LYNEX su simulatore di stampa nello stand Grafikontrol n. 11D09 e di LYNEX installato su rotativa nello stand di Lombardi Converting Machinery n. 11C53.


torna all’indice

GSE presenta il software Ink manager in occasione di Labelexpo Europe 2017

GSE presenta software di gestione degli inchiostri, dispositivi di erogazione e soluzioni di proofing che permettono agli stampatori di etichette e packaging di ridurre i costi in ogni fase del flusso di lavoro e di ottenere colori ripetibili on-demand.  

Il punto forte dello stand 7D59 sarà la presentazione di GSE Ink manager, una soluzione completa di gestione degli inchiostri che elimina tutti gli aspetti che comportano spreco di inchiostri. La nuova soluzione software garantisce rendimento ottimizzato degli inchiostri mediante riciclaggio dell’inchiostro di recupero, nonché connettività migliorata, mobilità e funzionalità di reporting. La moderna interfaccia utente assicura facilità d’uso e funzionalità complete di ricerca, un elenco processi che separa la preparazione del lavoro e la produzione dell’inchiostro e una moderna interfaccia web per l’integrazione lineare con altre applicazioni, come formulazione inchiostri, informazioni di gestione e software cloud. L’esclusivo GSE Ink manager è supportato da app per dispositivi mobili che consentono l’immissione dati in remoto e l’accesso in tempo reale alle informazioni. Tutto questo è possibile grazie alla connessione wi-fi al dispenser inchiostri. GSE Ink manager agevola inoltre la raccolta, l’analisi e la presentazione delle informazioni commerciali correlate agli inchiostri. L’operatore è in grado di visualizzare i dati delle formulazioni e i costi degli inchiostri di ciascun lavoro e può memorizzare le specifiche di nuovi colori per riutilizzarle facilmente in caso di ripetizione dei lavori. Con il software è inoltre più facile tenere traccia degli ingredienti in tutta la filiera di produzione, memorizzando i dati dei lotti di inchiostro di ogni lavoro.

Allo stand, le presentazioni quotidiane di GSE Ink manager e delle app per dispositivi mobili permetteranno di apprezzare direttamente la facilità d’uso del software.

I sistemi modulari di erogazione Colorsat® di GSE, per processi di stampa flexo, rotocalco e serigrafica, miscelano e distribuiscono con rapidità gli inchiostri in base ad accurate specifiche di qualità e quantità. Tutto questo riduce i tempi di impostazione, aumenta il rendimento degli inchiostri di oltre il 30% grazie alla possibilità di riutilizzare gli inchiostri di recupero e migliora le condizioni dell’ambiente di miscelazione degli inchiostri e la gestione delle scorte. I due dispenser automatici dell’azienda, per la stampa di etichette, distribuiscono colori spot in volumi da 1 a 10 kg.

Colorsat Switch, per inchiostri acquosi, UV e solvente, integra un’unità di distribuzione e un pannello di controllo collegati a un massimo di 20 fusti intercambiabili di volume fino a 25 kg, conservati in componenti modulari a cascata. In opzione, è possibile collegare componenti ad alta capacità, per volumi fino a 1.000 litri.

Colorsat Match, dalle dimensioni compatte, prepara inchiostri acquosi e UV da un massimo di 20 componenti base; di serie, dispone di serbatoi di stoccaggio interni fissi e ricaricabili, mentre in opzione sono disponibili componenti esterni.

La consociata di GSE Dispensing, Print Proof Solutions, presenta il sistema da tavolo per prove colore Perfect Proofer della serie Evolution, per applicazioni flexo. Utilizzando gli stessi prodotti di consumo della macchina da stampa, Perfect Proofer garantisce risultati precisi e prevedibili, con un’accuratezza entro 1 DeltaE del colore target sulla macchina da stampa.


torna all’indice

Lombardi a Labelexpo con 3 nuove configurazioni

Dal 25 al 28 Settembre Lombardi Converting Machinery sarà a Bruxelles per la fiera Labelexpo Europe 2017. L’appuntamento è allo stand C53 nel padiglione 11, che si proporrà come luogo di incontro per tutti i visitatori in cerca di innovazioni e nuove tecnologie nell’ambito della stampa flessografica e del finishing.

Presso lo stand verranno eseguite dimostrazioni di stampa in grado di evidenziare aspetti come la precisione del registro e la rapidità dei cambi lavoro, indicatori degli standard tecnologici e qualitativi raggiunti dai prodotti Lombardi.

Lombardi Converting Machinery si occupa della progettazione e costruzione di macchine da stampa flessografiche modulari, dotate di sistemi di automazione standardizzati configurabili in base alle specifiche esigenze dei clienti in costante ricerca di soluzioni che vanno dal narrow web fino al mid web.

Ogni macchina da stampa infatti è costituita da moduli interscambiabili e scomponibili in un qualsiasi momento. Verranno mostrati i gruppi stampa ABS servo e ABS sleeve, e importanti novità come il TORO, pressa per l’oro a caldo in linea e il BRAVO, unità per la serigrafia piana in linea, moduli che permettono la realizzazione di etichette complesse e pregiate (come quelle del vino o della cosmesi) in unico processo con conseguente eliminazione dell’offline.

Lombardi porterà il suo contributo innovativo con l’esposizione di 3 diverse configurazioni di macchine da stampa.

  • La SYNCHROLINE 430 8 colori comprensiva delle unità TORO e BRAVO, Interamente servoassistita, con registro e preregistro automatico. Rappresenta l’avanguardia tecnologica più richiesta sul mercato. È stata definita ‘la macchina universale’ perché non esistono limiti di materiali stampabili: BOPP, PVC, PE, PET, carta, carta adesiva, carta termica, cartone, materiali accoppiati.
  • Una INVICTA 650 6 colori, macchina flexo in linea completamente servoassistita e senza ingranaggi. È dotata di 10 motori per ogni unità di stampa e di tecnologia a maniche con preregistro e registro automatico.
  • Una DIGISTAR con un’unità inkjet Domino 5 colori con gruppo flexo, cold foil e fustella semi rotativi. È in grado di unire stampa e finishing in un’unica operazione ed è la macchina ideale anche per le piccole tirature a cui si rivolge il mondo del digitale.

torna all’indice

Labelexpo Europe 2017: approccio rivoluzionario di Mimaki rivolto ai professionisti del Packaging Design

Soluzioni innovative per il processo produttivo di etichette e confezioni speciali o per tirature personalizzate

“Gain an Unfair Advantage” è il motto con cui Mimaki si presenterà a Labelexpo Europe 2017 (Bruxelles, 25-28 settembre, stand 8A08). Un approccio deciso, forte di una gamma di soluzioni innovative di stampa e taglio digitale che rivoluzionano la produzione di etichette e packaging speciali in piccole tirature o customizzati.

Stampa diretta su supporti rigidi
UJF-7151plus
, il sistema LED UV compatto per stampa su oggetti, sarà utilizzato in dimostrazioni di stampa diretta su supporti rigidi per la produzione di targhe e placche di alta qualità per marcatura o etichettatura industriale. Il flusso produttivo verrà completato con un piccolo dispositivo di taglio laser per ottenere il prodotto finito. Una soluzione che garantisce semplicità e convenienza, in particolare per la produzione di basse tirature di applicazioni industriali quali targhette identificative o targhe con numeri. Una tecnologia all’avanguardia che offre una potente e affidabile alternativa digitale alle tradizionali operazioni di stampa serigrafica. Con una risoluzione che raggiunge i 1.200 dpi e un’area di 710 x 510 mm, UJF-7151plus utilizza inchiostri in quadricromia, bianco e trasparente insieme a un primer.

Inchiostro silver per etichette che catturano l’attenzione
La stampa digitale diretta su materiali ondulati è un’altra delle sfide affrontate da Mimaki a Labelexpo grazie all’utilizzo della soluzione combinata UJF-6042MkII e CFL-605RT che offre la possibilità di creare in modo rapido e conveniente articoli in materiale ondulato, da scatole a espositori per negozio, con grafiche di forte impatto visivo. Con un’area di stampa di 610 x 420 mm e spessore fino a 153 mm, UJF-6042MkII assicura produttività e facilità d’uso ed è ideale per stampa diretta su materiali ondulati per la creazione di etichette e packaging, ma anche di insegne, cartelloni e altre applicazioni a elevata densità grafica. Può montare una vasta selezione di inchiostri, tra cui l’LH-100 (un inchiostro UV con elevata resistenza ai graffi e alle sostanze chimiche che assicura una riproduzione brillante dei colori) o il LUS-120 (ideali per la decorazione di materiali flessibili). Entrambi disponibili in nove colori, tra cui bianco, trasparente e primer.

Stampa a 360º su superfici cilindriche
L’esclusiva opzione Kebab di Mimaki per la stampa diretta a 360º su oggetti cilindrici verrà utilizzata durante Labelexpo per personalizzare bottiglie in vetro e plastica con la flatbed LED UV UJF-3042MkII.

Siamo costantemente impegnati nella messa a punto di nuove soluzioni tecnologiche che possano offrire agli operatori di questi settori un concreto vantaggio per essere sempre più performanti e competitivi, rispondendo così in modo efficace alle dinamiche di un segmento in rapida evoluzione. Labelexpo rappresenterà per noi anche un importante momento di confronto con i professionisti del packaging e del labeling, a cui illustrare le nuove modalità operative che permetteranno di cogliere queste nuove opportunità di business garantendo creatività, redditività e vantaggio sulla concorrenza”, afferma van den Broek.


torna all’indice

 

Labelexpo 2017, l’innovazione OMET continua

Dal 25 al 28 Settembre OMET sarà a Bruxelles per la fiera Labelexpo Europe 2017. L’appuntamento è allo stand B49-B53 nel padiglione 6, che come sempre si proporrà come punto di riferimento per la tecnologia: i visitatori potranno assistere a reali dimostrazioni di stampa con cambi lavoro in tempi brevissimi e scarto vicino allo zero, valutando di persona le performance produttive e qualitative dei prodotti OMET, difficilmente paragonabili alle altre dimostrazioni visibili in fiera.

Da anni Labelexpo Europe è l’occasione in cui OMET porta grandi innovazioni nel mercato della stampa di etichette e flexible packaging. Nel 1995 la Multiflex OMET fu la prima macchina a mostrare il cambio lavoro rapido grazie al cassetto di inchiostrazione estraibile, dando una forte spinta alla stampa flexo e dimostrando con i campioni stampati durante la fiera che l’alta qualità non era soltanto un’esclusiva della tecnologia offset.

Molti addetti ai lavori pensano che la più grande innovazione mai vista a Labelexpo sia stata la Varyflex esposta nel 2001 allo stand OMET: era la prima macchina con tecnologia flexo servo gearless (senza ingranaggi) sul mercato della stampa a nastro stretto e medio. Questa tecnologia, divenuta negli anni successivi una sorta di standard per tutti i costruttori di macchine, permetteva di avere un registro di stampa perfetto, una importante riduzione degli scarti e il primo controllo elettronico. Fu una sorta di rivoluzione portata da OMET nel nuovo millennio, abbinata alla tecnologia flexo a maniche (sleeve) vista in fiera per la prima volta proprio in quell’occasione sulla stessa Varyflex.

Una nuova “rivoluzione” è stata proposta da OMET nel 2007 con la XFlex, che ha portato novità fondamentali ai visitatori della fiera più importante nel mondo della stampa di etichette: la prima macchina dotata di passaggio carta breve grazie all’integrazione del tamburo raffreddato con il contrasto di stampa e conseguente scarto minimo mai avuto su una macchina da stampa a nastro stretto.

XFlex è stata anche la prima macchina con sistema di visione e registro stampa impeccabile, ottenuto senza l’intervento manuale dell’operatore ma solo premendo un pulsante. Durante la dimostrazione in fiera, i visitatori cercavano il “trucco”, la “magia” che permetteva di avere un registro perfetto di 0,05 mm a prescindere dall’abilità dell’operatore.

La “magia” è stata mostrata sulla XFlex ad ogni occasione anche nelle successive edizioni della fiera, dove OMET ha sempre portato ulteriori innovazioni nel segno della continuità: il primo gruppo di fustellatura rotativa variabile nel 2009 (MonoTwin Cut), la prima macchina da stampa ibrida flexo-digitale inkjet sempre nel 2009 (X-Jet), la prima macchina da stampa combinata flexo-offset con cambio maniche automatico nel 2013 (XFlex X6 Offset) e la prima macchina flexo con puntatore laser per il preregistro e sistema iVision per la correzione istantanea del registro nel 2015 (iFlex).

Per la prossima edizione OMET non sarà da meno. Porterà il suo contributo innovativo con 3 macchine in dimostrazione sul proprio stand: un assaggio della completezza della gamma offerta, che comprende macchine da stampa per ogni esigenza, dalla semplice stampa flexo di etichette a materiali più complessi, da stampe combinate a soluzioni speciali, totalmente customizzate, con progettazione ad hoc per qualsiasi tipo di supporto.


torna all’indice

Screen presenta due nuove macchine per la stampa digitale per etichette per imballaggi nel settore alimentare

I nuovi sistemi di stampa saranno al centro dello stand 9B30 a Labelexpo Europe 2017

Screen annuncia l’introduzione sul mercato di due nuove macchine da stampa ink jet UV, con l’intento di espandere le proprie competenze nel settore del confezionamento per alimenti e di oltrepassare i confini in termini di velocità di stampa consolidando ulteriormente la propria leadership nel mercato delle etichette. Il lancio, a livello commerciale, della Truepress Jet L350UV+ e della Truepress Jet L350UV+LM avrà luogo in contemporanea ed in occasione della fiera internazionale Labelexpo.

La nuova Screen Truepress Jet L350UV+LM è in grado di raggiungere livelli di qualità e funzionalità impareggiabili nella stampa di etichette per il settore alimentare. Oltre all’introduzione  di nuovi inchiostri appositamente studiati per la bassa migrazione (a basso grado di permeabilità) che consentono un incremento nella sicurezza,  la macchina incorpora una unità di gestione dell’azoto che permette di accelerare l’asciugatura degli inchiostri UV oltre a prevenire la migrazione dell’inchiostro e il tipico odore dell’UV.

La nuova macchina da stampa Screen Truepress L350UV+LM si spinge al limite in termini di produttività e condivide con la Truepress L350UV+ una serie di nuove funzionalità, sviluppate da Screen per  produzioni di fascia superiore e ad alte velocità di stampa specifiche per il settore delle etichette. La linea L350UV+   è in grado di garantire migliorata produttività, compatibilità con una svariata gamma di supporti, riproducibilità della gamma colori senza pari, elevata operatività e molte altre funzioni avanzate che consentono di ottenere significativi vantaggi e margini nei confronti delle tecnologie di stampa convenzionali e nei settori più disparati.

Entrambe le nuove macchine da stampa di Screen ricopriranno un ruolo di leader nel mercato, merito della elevata velocità di stampa, fino a 60 metri al minuto e alla riproducibilità di un gamut colore ampliato grazie alla possibilità di supportare, come opzione, il colore arancione in aggiunta ai convenzionali C, M,Y, K e al bianco.  La macchina può inoltre venire equipaggiata con speciali rulli raffreddati per consentire la trasformazione di supporti particolarmente sottili che notoriamente risultano sensibili al calore generato dalle lampade UV. Etichette tipo sleeve, come quelle applicate sulle bottiglie in PET, potranno da oggi venire stampate con estrema facilità sulla Truepress Jet L350UV+LM. L’insieme di queste nuove funzionalità consentirà agli stampatori di trasformare, con eccellenti risultati qualitativi e produttivi, tutta quella gamma di prodotti che permetteranno loro di sviluppare nuovi mercati ed applicazioni come mai prima d’ora.

La costante diversificazione nelle preferenze dei consumatori ha generato un considerevole incremento di quelle che si definiscono piccole e medie tirature con grande varietà di soggetti specie nel settore alimentare.

I detentori dei principali brand sono da sempre impegnati nella ricerca e nello sviluppo per la creazione di nuovi design per etichette che verranno stampate sui supporti più disparati con l’intento di differenziare il proprio prodotto da quello della concorrenza. Come conseguenza, gli stampatori si stanno orientando verso tecnologie di stampa e verso macchine digitali che sono in grado di trasformare un ampio range di supporti mantenendo sempre alti i livelli di sicurezza richiesti dal settore alimentare. Screen è da oggi in grado di rispondere a tutte queste esigenze con l’introduzione delle sue due nuove linee di stampa.

Una presentazione in anteprima di quanto sopra esposto si svolgerà oggi presso Screen Europe, e sarà dedicata a  tutti quei clienti che hanno espresso il loro interesse per questo tipo di tecnologia che  Screen ha sviluppato e che sta perseguendo.

Abbiamo presentato la nostra prima macchina digitale specifica per il settore etichette, la Truepress Jet L350UV, nel 2013. Introducendo la più elevata velocità di stampa allora disponibile a livello mondiale, di 50 metri al minuto, una qualità senza paragoni, un elevato livello di produttività e una compatibilità con svariati tipi di supporto, siamo stati così in grado di attrarre l’attenzione su di noi”, commenta Bui Burke, Senior Vice President Sales in Screen. “Screen continuerà nello sviluppo di sistemi studiati per fare fronte alle esigenze del mercato delle etichette adesive, siamo ampiamente impegnati nel sostenere in maniera stabile e continuativa la crescita di questo settore.


torna all’indice

Siegwerk supports brand owners and converters to develop and realize innovative packaging solutions

The international ink manufacturer Siegwerk joins forces with brand owners and converters to develop new and creative packaging solutions to further shape the future of packaging.

Siegwerk, one of the leading providers of printing inks for packaging applications and labels, is also offering its packaging expertise and creativity skills to brand owners and converters who are looking for outstanding packaging designs improving their impact at the point of sale (PoS). With this service Siegwerk aims to further shape the future of packaging. It can be considered as the company’s innovation factory to identify optimal packaging solutions. It’s all about combining individual design ideas and functional demands of brand owners with the technical requirements of packaging converters and the necessary compliance with existing regulations for packaging inks. Siegwerk offers brand owners brainstorming, feasibility and technical setup studies with the goal to pave the way for the final realization of any jointly developed packaging idea.

Our Brand Owner Business offers brand owners the possibility to directly discuss packaging trends, regulatory efforts and new ink developments with one of the leading ink manufacturers. Based on exchanges about design ideas, material requests as well as functional and technical needs we are able to trigger joint R&D projects to bring innovative packaging ink solutions to life,” describes Sebastian Specht, Vice President of Business Units Tobacco, Sheetfed and Brand Owner Business at Siegwerk, the goal of his department.

Siegwerk strongly believes in a network approach covering an open and direct exchange between all three parties: brand owners, converters and ink manufacturer. This three-way communication enables active discussions and helps to get the most out of all packaging applications.

We always appreciate the openness and trust of all of our customers. Our job is to fulfill the individual needs and to support our customers’ success with innovative ink solutions to finally strengthen the differentiation of their packaging at the PoS”, says Dr. Thomas Boucoiran, Global Head of Brand Owner Business at Siegwerk.

Attractiveness of packaging determines the product success at the PoS
Increasing competition for consumer awareness at the PoS leads brand owners to develop extraordinary and attractive packaging and label designs. Packaging is much more than just providing information, it is key for food protection, convenience and functionality. Packaging creates brand awareness by its ‘look and feel’ and therefore plays a significant role in attracting consumers.

New packaging requirements of brand owners and converters also have an impact on inks and varnishes. New substrates and design effects as well as novel ways of packaging drive the need for innovative ink solutions. That’s why an early and open exchange with brand owners and converters is a win-win situation to all three parties. When we as ink manufacturer concretely understand what brand owners need, we can either better support our customers with state-of-the-art ink solutions or drive our R&D efforts towards a specific direction to make the packaging idea feasible and ensure high quality solutions on a global level”, adds Dr. Boucoiran.

Siegwerk is a global expert for safe packaging inks
In the packaging market, there is a steady increase in regulatory efforts worldwide that is driven by stringent regulations like for example the Swiss ordinance. Also large global brand owners have introduced own policies based on current regulatory requirements. Product safety is the most important and challenging aspect in packaging. As one of the leading packaging ink manufacturers worldwide, Siegwerk is a clear expert for ink technology, product safety as well as ink design and functionality for all kinds of printing applications. The company offers its customers a combination of best-in-class ink performance, optimum product safety and continuous support and guidance. As a global leader in providing product safety, the company has a team exclusively dedicated to safety in regard to both regulatory compliance and brand owner requirements to ensure that the packaging is safe for the end-use application.

Siegwerk’s Brand Owner INKdays
As platform for exchange on packaging trends and innovative design ideas, Siegwerk organizes so-called Brand Owner INKdays. With these events, the company offers brand owners to bring together their packaging designers, packaging developers, marketers and other interested employees to jointly generate forward-looking packaging ideas with Siegwerk experts by using different creativity methods like the design thinking approach. The Brand Owner INKday always takes place at the brand owners premise and is focusing on intense discussions between experts and participants to learn more about the needs and the possibilities. As part of a Brand Owner INKday Siegwerk offers trainings on ink and varnishes relevant for developing new packaging solutions. Besides, the company gives updates on packaging safety and regulations for food and hygiene applications and moderates creativity and innovation workshops including the creation of prototypes. The content of a Brand Owner INKday is always concretely targeted to the special needs and interests of the brand owner and its participating employees.

We’ve successfully performed several Brand Owner INKdays and innovation workshops. We received a very positive feedback and the INKday provided great opportunities to share creative ideas and look at new future innovations”, says Dr. Boucoiran. “We have already gathered very interesting ink development ideas that are already considered in more detail by our technology and R&D teams.


torna all’indice

A Labelexpo Europe 2017, SPGPrints presenta in anteprima la macchina da stampa a getto d’inchiostro UV PIKE 700

A Labelexpo Europe 2017, SPGPrints (stand 4C20) presenterà soluzioni ad alte prestazioni per ogni fase del ciclo di lavoro della stampa serigrafica rotativa per etichette e packaging, basate sul telaio RotaMesh®, reincisibile al 100% in nichel, e sul telaio riutilizzabile RotaPlate®. L’azienda presenterà la nuova unità di pulizia automatica per telai RotaPlate Screen Cleaner, nonché i sistemi di prestampa per imaging laser nell’ambito della serigrafia rotativa, della stampa flexo, della stampa tipografica e dell’offset a secco. SPGPrints fornirà inoltre informazioni su PIKE 700, una macchina da stampa a getto d’inchiostro UV ibrida per applicazioni industriali.

Un banco di lavoro permetterà di dimostrare che il ciclo di lavoro di serigrafia rotativa di SPGPrints è un modo flessibile ed economico per applicare in un solo passaggio svariati effetti tattili, funzionali e che esaltano il marchio, ad esempio il “look no-label”, vernici e Braille.

RotaMesh, il telaio reincisibile e al 100% in nichel, e il telaio riutilizzabile RotaPlate (per le macchine da stampa non SPGPrints) offrono durata e stabilità a oltre 100 m/min. Entrambi i telai possono essere utilizzati in un’ampia gamma di applicazioni, per realizzare effetti grossolani, Braille, lavori al tratto di precisione e testo con caratteri fino a 3 punti. La linea RotaMesh include un nuovo telaio reincisibile a 40 mesh in nichel per effetti glitter. Nella linea è stato introdotto un sistema di pulizia e sviluppo per l’incisione dei telai RotaPlate. Si tratta di una soluzione di imaging rapida e automatizzata che richiede un intervento manuale minimo e offre una riproduzione eccellente, senza alcun rischio di errori.

Le unità RSI® (Rotary Screen Integration) possono essere integrate in un secondo tempo su praticamente qualsiasi macchina da stampa per etichette e funzionano in linea con gli altri processi con la massima precisione di registro.

Grazie alle dimostrazioni dal vivo, i visitatori avranno l’opportunità di apprezzare la semplicità, la produttività e l’alta definizione dei sistemi di imaging laser prodotti dall’azienda.

rotaLEN 7511 è un sistema di incisione CO2 diretta per l’imaging di telai serigrafici rotativi con risoluzioni fino a 5080 dpi in un singolo passaggio completamente digitale, senza pellicola, prodotti chimici o acqua. Il software SPGPrints ottimizza il controllo durante la creazione di immagini positive e negative. L’incisore è compatibile con tutti i telai RotaMesh con una larghezza massima di 914 mm ed è in grado di accogliere contemporaneamente fino a due telai RotaPlate.

La fotounità CtP ibrida variLEX è una singola soluzione di imaging digitale per la stampa flexo, l’offset a secco, la serigrafia e la stampa tipografica, che permette l’ablazione e l’esposizione su una sola macchina. Il suo sistema laser a diodi multi-fascio esegue l’ablazione della maschera nera e/o espone direttamente i materiali sensibili agli UV come i telai serigrafici. variLEX è una piattaforma aperta che si adatta facilmente alle esigenze del cliente in fatto di lastra e forma del punto.

RotaPlate Screen Cleaner è un nuovo sistema che sviluppa e asciuga automaticamente in un unico ciclo di lavoro tutti i tipi di telai, per effetti Braille o testo con caratteri di piccole dimensioni. Le funzionalità del sistema verranno presentate allo stand dell’azienda.

Anteprima della macchina da stampa a getto d’inchiostro UV PIKE 700
In anteprima SPGPrints mostrerà un video della nuova macchina da stampa a getto d’inchiostro UV ibrida PIKE 700 che offre funzionalità digitali ad alta risoluzione nonché processi di pre-trattamento e finitura ad alto valore aggiunto, il tutto in un solo passaggio e ad alta velocità. Basata sulla tecnologia Archer®, questa macchina da bobina a bobina con una larghezza di 700 mm ha fino a 10 posizioni per getto d’inchiostro in una configurazione a cilindro centrale, sistema CMYK con bianco standard, e utilizza gli inchiostri proprietari di SPGPrints ottimizzati per la testa di stampa e i processi di trattamento della macchina. Con una risoluzione massima di 1200 dpi, PIKE 700 garantisce sfumature eccellenti di gran lunga superiori a quelle offerte dalla tecnologia di stampa tradizionale, nonché un’uniformità del colore entro 1,5 DeltaE, su pellicole e carta supportate e non supportate, con uno spessore massimo di 450 µm. È possibile confrontare i colori risultanti e raggiungere il target senza praticamente alcuno spreco di materiali. Le opzioni di pulizia della bobina in linea, del trattamento corona e di verniciatura per la stampa flexo consentono di utilizzare un’ampia gamma di substrati. Inoltre, la possibilità di integrare facilmente in linea l’unità di stampa serigrafica rotativa consente di realizzare effetti sorprendenti da guardare e da toccare. PIKE 700 è una soluzione versatile, stabile e ad alta produttività, ideale sia per le alte che per le basse tirature.


torna all’indice

A Labelexpo 2017, Sun Chemical presenterà il portafoglio completo di idee brillanti per etichette e packaging

Sun Chemical presenterà le ultime innovazioni e i nuovi prodotti destinati ai segmenti di mercato delle etichette su bobina stretta e del packaging presso il suo stand 5E45 in occasione di Labelexpo 2017, che si svolgerà a Bruxelles dal 25 al 28 settembre 2017.

Con lo slogan “Brighter Ideas for Labels”, Sun Chemical fornirà dimostrazioni delle proprie capacità e del proprio impegno nei confronti del mercato delle etichette e della stampa su bobina stretta. I visitatori dello stand saranno guidati attraverso un percorso dimostrativo del portafoglio completo di capacità dell’azienda. Lo stand è suddiviso in cinque zone: Prodotti principali, Digitale, Funzionalità ed effetti, Protezione dei marchi e Gestione del colore.

Fra i punti salienti dello stand ricordiamo la nuova piattaforma con tecnologia flessografica UV per applicazioni alimentari e non, un sistema di autenticazione tramite smartphone in collaborazione con Document Security Systems, il toolkit per la gestione del colore di Sun Chemical, SunColorBox, e la gamma di inchiostri per effetti speciali SunInspire™.

Proposte di prodotti per etichette su bobina stretta e packaging flessibile
Consapevole della crescita continua dell’ambito e del numero di applicazioni stampate su macchine da stampa UV ed EB a bobina stretta e media, Sun Chemical presenterà un’ampia gamma di nuovi prodotti e soluzioni per i segmenti di mercato etichette su bobina stretta, tubolari e packaging flessibile in occasione di Labelexpo 2017, coprendo tutti i processi di stampa.

Il punto focale sarà il lancio della piattaforma con tecnologia flessografica UV di Sun Chemical per applicazioni alimentari e non, che offre sensibili vantaggi, in termini di produttività, rispetto ai sistemi esistenti. Il naturale complemento sarà l’ulteriore estensione della gamma di bianchi per la stampa flessografica UV, leader di mercato, con l’aggiunta di un nuovo bianco completamente aggiornato destinato alla produzione di tubolari ad alte prestazioni.

Per rispondere alla costante crescita della tecnologia LED, Sun Chemical presenterà inoltre nuovi prodotti sviluppati per la stampa a LED di etichette e imballaggi compatibile con uso alimentare, sia flessografica UV sia offset UV. I prodotti fanno parte dell’ampia gamma di soluzioni per la stampa con tecnologia LED.

Il packaging flessibile è un’area in forte crescita nel campo della stampa su bobina stretta. Nell’ambito delle soluzioni destinate a questo segmento di mercato, Sun Chemical presenterà inoltre le nuove pellicole rivestite realizzate in collaborazione con acpo Ltd, azienda leader nel settore delle pellicole flessibili. Le nuove pellicole utilizzano i rivestimenti con funzione di barriera per l’ossigeno Aerobloc SunBar®.

Per il mercato più ampio del packaging sarà presentato un portafoglio aggiornato conforme con la migrazione, che comprende nuovi inchiostri per l’essiccazione EB destinati agli imballaggi flessibili e alla laminazione, nonché una nuova gamma di rivestimenti UV conformi alle normative.

In mostra ci sarà anche SunLase™, un rivestimento con marcatura laser realizzato da Sun Chemical che permette di aggiungere informazioni al packaging primario e secondario, sia per finalità pratiche legate alle catena di fornitura sia come elemento di differenziazione delle confezioni in una fase successiva.

Digitale
In quest’area, SunJet, la divisione inkjet internazionale di Sun Chemical, metterà in luce le potenzialità dei progetti sviluppati in collaborazione con diversi partner OEM, integratori di sistemi e produttori di testine di stampa mediante la presentazione delle più recenti formulazioni chimiche e tecnologie innovative per inchiostri adatti ad un’ampia gamma di sostrati. A dimostrazione della propria comprensione e conoscenza approfondita delle normative in materia di sicurezza alimentare, SunJet presenterà anche la gamma di soluzioni inkjet compatibili con la migrazione destinate alla stampa sul lato senza contatto di applicazioni di packaging alimentare primario e secondario.

SunJet presenterà inoltre Aquacure™, il suo inchiostro inkjet acquoso funzionale di nuova generazione. La composizione chimica innovativa di questo inchiostro, che unisce il meglio della tecnologia a base d’acqua e di essiccazione UV, offre vantaggi rilevanti per l’ottimizzazione di prestazioni e produzione, nonché una piattaforma di sviluppo completamente nuova sulla cui base è possibile introdurre nuovi inchiostri per soddisfare le esigenze future del settore etichette e stampa su bobina stretta in continua espansione.

Nell’ambito del packaging, la stampa digitale offre un’ampia gamma di possibilità di differenziazione. Stampatori e converter hanno già investito in macchine da stampa digitali e hanno ora bisogno di rivestimenti speciali che consentano di stampare digitalmente le applicazioni di packaging in base alle esigenze del mercato. In occasione di Labelexpo 2017, il team Digital di Sun Chemical parlerà dello sviluppo della gamma completa di rivestimenti digitali realizzati in collaborazione con HP Indigo (annunciato nel maggio del 2017) per supportare converter, stampatori e proprietari di marchi.

Protezione dei marchi
Al centro dell’area dedicata alla protezione dei marchi ci sarà una soluzione di autenticazione tramite smartphone che incorpora l’applicazione di convalida su smartphone AuthentiGuard™ di un’azienda specializzata in tecnologie anticontraffazione come DSS (Document Security Systems, Inc.), per offrire ai clienti di Sun Chemical una maggiore possibilità di scelta, flessibilità e potenzialità per proteggere i loro prodotti.

In mostra a Labelexpo ci sarà inoltre SunTag, un sistema taggante a sensori integrato destinato a cartucce e ricariche, il quale fornisce autenticazione e identificazione interattive nel punto di utilizzo e aiuta a proteggere la qualità e la sicurezza dei prodotti a una frazione del costo delle tecnologie della concorrenza.

Sun Chemical presenterà anche la propria gamma di soluzioni per la protezione dei marchi di tipo overt, covert e semi-covert, fra cui inchiostri a infrarossi e che reagiscono agli UV, sistemi tagganti a infrarossi integrati all’interno di colori spot o vernici, immagini nascoste incorporate in design di packaging esistenti e autenticazione tramite smartphone.

Gestione del colore
Per aiutare i converter a ottenere l’uniformità globale di colori di alta qualità e a elevato impatto, Sun Chemical lancerà SunColorBox, un toolkit che comprende una serie completa di applicazioni e servizi volti a supportare stampatori e converter di imballaggi per metterli in grado di produrre i colori dei marchi in maniera uniforme, in qualsiasi luogo del mondo, all’interno di un processo digitale perfettamente ottimizzato. Gli strumenti inclusi in SunColorBox sono:

  • MyColorCloud, di Sun Chemical, una soluzione basata sul cloud per gestire le banche dati private dei converter di colori spot personalizzati al fine di renderle disponibili, in modalità digitale, lungo tutta la catena di fornitura e il ciclo di produzione.
  • SunConsulting, la prima fase del processo di Sun Chemical che prevede audit e consultazioni in loco fino ad arrivare alla proposta di un piano di implementazione del flusso di lavoro digitale per il colore
  • SunCMYK e SunECG, destinati alla gestione del colore nell’ambito della stampa in quadricromia
  • SunDigiGuide, un volume di standard cromatici
  • SunMatch, per una comunicazione del colore digitale completa fra la rete dei clienti e quella dei fornitori di inchiostri
  • SunDigiProof, per produrre rapidamente prove a colori accurate on-demand in sede
  • SunColorQC, che consente di adottare controlli del colore per monitorare la produzione
  • PantoneLIVE, che è alla base dell’offerta di colori, unitamente all’hardware e al software per la gestione del colore prodotti da X-Rite Pantone

Funzionalità ed effetti
A integrazione della gamma completa di prodotti esposti a Labelexpo, Sun Chemical presenterà gli inchiostri e i rivestimenti speciali della linea SunInspire, destinati ad applicazioni per etichette, in grado di aggiungere un’ulteriore dimensione ed effetto “look and feel” alle applicazioni in questo ambito.


torna all’indice

 

Commenti disabilitati