Etichette con effetto aptico grazie a Xeikon Panther

0

Xeikon ha sviluppato una soluzione specifica per gli stampatori che intendono migliorare e potenziare la propria gamma di etichette. Si tratta di una speciale combinazione tra il flusso di lavoro Xeikon X-800 e l’inchiostro UV PantherCure in grado di generare uno strato tattile, che crea il cosiddetto “effetto aptico” nella stampa. Gli stampatori possono creare con facilità etichette di qualità dotate di effetti tattili e strutturali avanzati e la percezione che il prodotto sia di lusso. Il nuovo processo di stampa aptico di Xeikon, oltre a potenziare e ampliare la gamma di applicazioni possibili per i mercati delle etichette di fascia alta, consente di ottenere notevoli risparmi evitando qualsiasi modifica ai file di prestampa. Gli effetti tattili sulle etichette sono enormemente apprezzati nei settori della birra, delle bevande, dei prodotti alimentari e della salute e bellezza.

Questo il commento di Jeroen Van Bauwel, direttore product management: “La tecnologia che genera lo strato tattile e strutturato è incorporata nel flusso di lavoro X-800 di Panther. Sono i proprietari dei marchi e i designer a definire la struttura, la forma e il tipo di design. Una volta ricevuto il file, il flusso di lavoro riconosce automaticamente gli elementi del design e genera le informazioni necessaria per azionare la testa di stampa, per creare l’effetto aptico nella stampa sul prodotto finale”.

Incremento dei tempi di attività

Per ottimizzare ulteriormente il flusso di lavoro in Panther, Xeikon ha sviluppato una soluzione specifica, integrata nel flusso di lavoro X-800: un’ottimizzazione automatica dello strato di inchiostro bianco.

La produzione di etichette su materiali trasparenti (ad es. etichette per birre di qualità o prodotti del settore della salute e bellezza) prevede delle sfide uniche. Un bianco opaco è necessario per evidenziare la grafica, ma può causare delle variazioni negli spessori di strato di inchiostro sulla bobina. L’irregolarità dello spessore dello strato di inchiostro genera un effetto telescopico sui cilindri stampati. In passato gli operatori risolvevano questo problema stampando cilindri più piccoli, e quindi dovevano cambiarli frequentemente con la conseguenza di ulteriore perdita di materiale e tempo. Alcuni stampatori preferivano invece dedicare più tempo alla prestampa per ridurre la quantità di bianco. Ora questo dispendioso lavoro di prestampa può essere gestito in modo completamente automatico dal front-end digitale X-800 senza alcun intervento in nessuna fase del processo di produzione. X-800 riduce automaticamente lo strato bianco. Il livello di riduzione dipende dai colori sovrapposti al bianco. Ne risulta un aumento dei tempi di attività durante il processo di produzione, sia nella stampa sia nel processo di trasformazione, poiché gli stampatori possono usare cilindri più grandi. Inoltre, i fornitori di servizi di stampa riducono i costi, non solo perché usano minore quantità di inchiostro bianco ma anche grazie alla riduzione degli scarti.

Van Bauwel conclude: “Xeikon continua a puntare all’eccellenza e al miglioramento di ogni aspetto del portfolio. Continuiamo a cercare le opportunità che consentono di risparmiare costi e tempo. Migliorando ogni piccolo passaggio del processo, possiamo fare una grande differenza nel processo di produzione complessivo e ridurre i costi di produzione. Ottenere degli effetti aptici nella stampa attraverso le esclusive capacità del nostro flusso di lavoro X-800 e l’ottimizzazione dell’inchiostro consente agli stampatori di potenziare e incrementare la gamma di applicazioni possibili e al contempo di ottimizzare le loro attività”.

Commenti disabilitati