Hybrid Software: PACKZ Pactions reports

0

Attenzione! Arriva Industria 5.0! Ma che cos’è? Un’altra rivoluzione nel labeling e nell’imballaggio? È PACKZ 6.0. Pactions, l’automazione comandata dall’operatore. Sì: una rivoluzione.

Se Industria 4.0 ha generato preoccupazione intorno ai flussi di lavoro, che automatizzano tutte le fasi della prestampa togliendo spazio all’Uomo, possiamo tirare un sospiro di sollievo: arriva Industria 5.0 e instaura un rapporto più armonioso tra esseri umani e automazione. Al cuore del nuovo concetto, la premessa che se in molte fasi nella lavorazione del packaging i flussi di lavoro totalmente automatizzati sono indispensabili, ci sono anche delle situazioni che richiedono l’input del professionista della prestampa. Industria 5.0 permetterà di capire quali processi possiamo realizzare tramite workflow e quali invece si gestiscono meglio sulla singola stazione di lavoro, sfruttando degli automatismi specifici, che permettono di sfruttare le capacità del professionista della prestampa ottenendo un risultato migliore. Grazie a Hybrid Software che con PACKZ Pactions ha sviluppato l’automazione al livello dell’Editor.

Registrare, modificare, memorizzare

Pactions è una nuova funzionalità di PACKZ 6.0. che porta l’automazione al livello della stazione di lavoro. Tutti i clienti la riceveranno insieme alla licenza standard. Grazie ad essa PACKZ permette di registrare e modificare intere serie di attività di routine, e di memorizzarle come Pactions. In questo modo le Pactions possono essere attivate dall’operatore in qualsiasi momento, sull’intero lavoro o su una selezione di esso, ma anche essere usate come elementi per creare un tool personalizzato. Inoltre si integrano senza problemi con l’automazione Packzflow di CLOUDFLOW sul server.

Nuovi orizzonti

PACKZ 6.0 non solo viene allineato a CLOUDFLOW ma viene fornito con un’interfaccia utente 6.0 ridisegnata, chiamata Nebula, che contribuisce a creare una user experience ancora più positiva. Vanno poi segnalate altre prerogative di PACKZ 6.0 che creano per l’utilizzatore importanti vantaggi competitivi: gestisce PDF / X-4 permettendo di transitare senza ostacoli dalle tecnologie di stampa classiche al digitale o, più in generale, di fornire progetti pronti per la stampa; gestisce frasi in arabo, persiano ed ebraico, con strumenti di elaborazione del testo migliorati; affronta senza problemi l’interpolazione del testo con i tanti elementi visuali dell’etichetta e dell’imballaggio. L’esplosione del digitale nella stampa di packaging ha favorito lo sviluppo della stampa di dati variabili e HYBRID Software ne è protagonista con la sua incredibile, pluripremiata tecnologia VDP. E oggi, con la versione 6 dei suoi software, continua a sviluppare gli strumenti leader di mercato.

Commenti disabilitati