UV LED: il progetto Termoplast Nord-Koenig & Bauer Flexotecnica

0
Per rispondere alle esigenze di sostenibilità nasce una nuova flessografica UV LED a tamburo centrale progettata con criteri 4.0, che non genera ozono, consuma (poca) energia pulita, utilizza inchiostri “alimentari” e adotta un sistema di essiccazione a bassa temperatura.

La sfida è stata lanciata dal converter trevigiano Termoplast Nord, che ha chiamato a raccolta i suoi partner tecnologici: creare un nuovo tipo di macchina da stampa flexo con criteri di sostenibilità ambientale e economica, che producesse confezioni stampate di alta qualità, sicure e green. L’hanno raccolta lo storico fornitore Koenig & Bauer Flexotecnica, insieme a G Technologies Group per i sistemi di essiccazione e Sun Chemical Group per gli inchiostri. Mettendo in capo ciascuno le proprie competenze, le quattro imprese hanno creato, testato e realizzato una nuova flessografica UV LED a tamburo centrale di concezione originale, che stampa senza emettere COV in atmosfera grazie all’utilizzo di inchiostri e vernici speciali e lampade a UV LED di nuova generazione. Coerente la scelta del fornitore di energia, che garantisce una produzione senza impiego di idrocarburi.

La nuova Evo XD Per Termoplast, Koenig & Bauer Flexotecnica ha realizzato una nuova 8 colori a tamburo centrale della serie Evo XD, con larghezza di stampa 1270mm (fino a 1070mm per formato di stampa) con lampade UV LED: tecnologia che consuma meno energia rispetto a lampade UV tradizionali e anche più ecologica in quanto non produce ozono. Il gruppo stampa della Evo XD è stato rivisitato per poter inserire due nuovi elementi: queste lampade e un gruppo di inchiostrazione (racla e pompe) modificato per poter gestire l’inchiostro UV LED che, notoriamente, presenta caratteristiche e viscosità diverse da quelli a solvente o ad acqua.

Il sistema di essiccazione fornito da G Technologies (Giardina Graphic) sviluppa una potenza di 40 W/cm2, tra le più elevate del genere, e comprende un sistema di raffreddamento che garantisce una bassissima temperatura sul supporto. In questo modo di possono ottenere risultati di stampa superiori su materiali plastici termosensibili come PP, PE, PET, BOPP e altri, e risolvere problemi di registro e degradazione della macchina.

Inoltre, la progettazione 4.0 rende possibile il controllo da remoto dell’impianto, l’integrazione dei dati nella rete aziendale, il monitoraggio in continuo dei consumi e la memorizzazione e selezione delle ricette.

Gli inchiostri  Per  il progetto Termoplast Nord, Sun Chemical ha sviluppato la serie di inchiostri Flexo UV LED adatti a questo tipo di macchina ossia formulati per essere reattivi alla radiazione UVA emessa dalle lampade UV LED. Superiori da un punto di vista prestazionale, grazie alla maggior penetrazione in profondità della radiazione, sono perfettamente idonei alla stampa di imballaggi per uso alimentare. A questo scopo Sun Chemical mette in campo foto-iniziatori, oligomeri e monomeri specifici per inchiostri UV LED, caratterizzati da elevati standard di purezza e livelli di migrazione estremamente contenuti.

Commenti disabilitati