Trattamento di materiali plastici

0

Ferrarini & Benelli festeggia i 50 anni di attività e presenta a Converflex gli ultimi avanzamenti tecnologici.


Stazioni per il trattamento corona

Polimetal (foto 1) per il trattamento universale, a elevate prestazioni (fino a 600 m/min), dotata di speciali elettrodi e rulli ceramici. Studiata per applicazioni su linee di estrusione cast, extrusion coating, stampa flexo e roto, accoppiatrici e spalmatrici.
ET (foto 2) con elettrodi ceramici, per il trattamento corona delle etichette di materiale plastico e conduttivo (vinile, acetato, poliestere, PP, alluminio). Equipaggiata con un sistema di apertura a cassetto, che facilita l’incorsamento del film e lo smontaggio degli elettrodi.

Monitoraggio e controllo
I sistemi di trattamento corona F&B possono essere integrati con il PLC di controllo della linea del cliente tramite fibre ottiche (protocolli: RS 485,  Profibus, Profinet, Canbus, Ethernet ecc). L’operatore controlla così tutto il processo da un unico pannello comandi.
Dal canto suo, Ferrarini & Benelli ha sviluppato il Software Corona Quality Control, che permette all’utilizzatore di importare nel proprio PC, da una scheda SD montata sul generatore, i dati relativi al trattamento corona, per produrre certificati di qualità del processo.

Generatori
Generatore trifase in grado di raggiungere le elevate potenze necessarie a trattare i materiali plastici più difficili, alle massime velocità, grazie a un sistema di controllo digitale integrato. Il software gestisce autonomamente il circuito di potenza, con regolazione automatica in funzione della velocità della linea.

Generatore monofase per etichette dotato di comando elettronico a sistema modulare, pannello di comando e segnalazione con pulsanti a membrana.

Commenti disabilitati