Stampa digitale: ecco la macchina a toner liquido

0

In demo a Drupa la macchina da stampa digitale Trillium One, frutto della collaborazione fra Xeikon e Miyakoshi.

XEIKON_Trillium_0.pngTrillium One è una macchina da stampa digitale a quattro colori con tecnologia LED ad alta risoluzione. Opera a una velocità di 60 m/min a 1.200 dpi, con una larghezza di 500 mm, ed è pensata per applicazioni nel marketing diretto e nella stampa di cataloghi, a cui si aggiungeranno nel corso del tempo altre tipologie di prodotto e sbocco. Basata sull’innovativo processo a toner liquido Trillium, che Xeikon ha presentato per la prima volta a Drupa 2012, incarna la sintesi fra la competenza “meccanica” di Miyakoshi e quella di Xeikon nell’imaging digitale, ed è stata perfezionata in collaborazione con clienti selezionati. A Drupa, le sue prestazioni e la sua flessibilità vengono illustrate allo stand Xeikon cinque volte al giorno, in  demo da 30 minuti effettuate su applicazioni diverse.

Un toner sostenibile Trillium One integra Tonnik, il toner liquido sviluppato da Xeikon per assicurare in versione liquida i vantaggi del toner secco: ecologico in quanto perfettamente deinchiostrabile, ed economico, soddisfa standard qualitativi e di produzione sempre più elevati.
Questi risultati si devono all’alta risoluzione resa possibile dalle testine di stampa (1.200 dpi) e alle dimensioni estremamente ridotte (meno di 2 micron) delle particelle del toner liquido ad alta viscosità realizzato da Xeikon. Inoltre, Tonnik non contiene sostanze volatili, rendendo il processo di stampa più rispettoso dell’ambiente, e ricicla la maggior parte del liquido di supporto, a sua volta derivato da biomateriali che aumentano ulteriormente la sostenibilità di questa nuova tecnologia.

Precisione e velocità Un ulteriore vantaggio di questo sistema deriva dal processo Microgapping di Trillium: le particelle di toner passano da un cilindro all’altro con estrema precisione, facilità velocità man mano che il supporto avanza nel processo di imaging. Questo migliora la messa a registro e la qualità dell’immagine, e crea una maggiore stabilità della densità. Oltre a stampare a 1.200 dpi, Trillium garantisce la riproduzione di punti molto accurati e, come l’offset, è un vero e proprio processo di stampa a contatto.

Wim Maes, presidente di Xeikon, sintetizza così i plus della nuova macchina: «Trillium One unisce la capacità dell’offset di offrire alta qualità di stampa, densità di inchiostro e copertura delle immagini su diversi supporti, con i vantaggi del digitale, a partire dalla stampa di dati variabili a volumi più elevati a fronte di costi minori e facilità operativa. Si crea così una potente soluzione di produzione, che consentirà alle aziende di ottimizzare la qualità di stampa e conquistare nuovi mercati».

Per saperne di più, scaricare il white paper.

Xeikon – che nel 2015 è diventata la divisione “Digital Printing Solutions” del Gruppo Flint – progetta, sviluppa e distribuisce stampanti digitali a colori con alimentazione a bobina per applicazioni di etichette e packaging, stampa di documenti e stampa commerciale. I suoi sistemi impiegano l'elettrofotografia basata su LED, un software aperto per flusso di lavoro e toner specifici in base all'applicazione.
In quanto fornitore OEM, Xeikon realizza e fornisce anche unità di produzione lastre per applicazioni di stampa offset per quotidiani; soluzioni CtCP basysPrint per la stampa offset commerciale; sistemi ThermoFlexX per l’esposizione di lastre digitali ad alta risoluzione per il settore flessografico.

Commenti disabilitati