Etichette a colori in bobina: novità e conferme

0

Primetec festeggia i primi 10 anni di attività e presenta in anteprima numerose soluzioni inedite per la stampa di etichette in bobina e la fustellatura. A partire dagli inchiostri pigmentati per le stampanti digitali e dalle macchine che tre grandi case rappresentate si apprestano a lanciare sul mercato.  

Primetec Srl è nata nel 2005 dalla pluriennale esperienza nelle tecnologie di stampa digitale di Alberto Tittozzi (amministratore della società), con l'obiettivo di offrire soluzioni specialistiche di stampa digitale a colori per etichette in bobina, per applicazioni di “print on demand”. L'imprenditore ha previsto, così, con largo anticipo le esigenze degli utilizzatori, affermando la società come  precursore e market leader del segmento. Grazie a questa intuizione, infatti, oggi Primetec è l’unica azienda sul mercato italiano specializzata nella fornitura di soluzioni di stampa digitale a colori per etichette in bobina, per piccole tirature e questo le permette di distinguersi da tutti i player che iniziano ad affacciarsi a questo mercato.
Primetec_premio_web.png
A conferma delle competenze e dei risultati raggiunti da Primetec, nel corso della celebrazione del decennale presso la nuova sede romana della società, il vice direttore di VipColor Europe, Joan Satorra, ha consegnato ad Alberto Tittozzi un premio come "migliore azienda d’Europa 2014 per vendite e supporto ai clienti".
 

Il 20 e 21 marzo scorso Primetec Srl ha festeggiato i primi 10 anni di attività e ha inaugurato la nuova sede di Roma, con un'ampia show room e un’area dedicata alla produzione digitale di etichette neutre in bobina, in cui ha effettuato dimostrazioni di tutte le soluzioni di stampa e fustellatura digitale.


L’evento di inaugurazione a porte aperte ha, così, offerto la possibilità a moltissime aziende grafiche e produttori industriali di osservare e testare dal vivo le nuove macchine delle aziende rappresentate, di imminente uscita sul mercato, nonchè le migliori soluzioni di stampa e fustellatura digitale, già ampiamente affermate: la VP700, stampante Memjet, best seller 2014 di VipColor Europe, le consolidate e affidabili stampanti Laser Primera CX1000e e CX1200e, e l’ultima release del fustellatore digitale ScorpioPlus, completa di unità di plastificazione.
 
Tecnologia in divenire per l'ink-jet
Viva attenzione hanno suscitato le tre nuove stampanti digitali a getto d’inchiostro pigmentato, annunciate dalle rispettive case produttrici come novità in uscita nei prossimi mesi.
«Possiamo ritenere il 2015, l’anno della svolta per le tecnologie di stampa, destinate al mercato delle etichette a colori in bobina» ha affermato al riguardo Alberto Tittozzi.
«Le maggiori case produttrici di tecnologie ink-jet, come Epson, Canon e HP, stanno finalmente uscendo con nuovi “engine” a inchiostri pigmentati a base acqua, per meglio soddisfare le crescenti esigenze di resistenza ai raggi UV, all’acqua e all’abrasione, e ci teniamo ad essere, come sempre, i primi a presentarli».

A marzo, Primera Technology ha lanciato le nuove cartucce colore a inchiostri pigmentati per la LX900e,
rendendola così l’unica Primetec_Primera_LX2000e.pngstampante al mondo a poter gestire sia inchiostri dye-based che inchiostri pigmentati, semplicemente cambiando la testina di stampa. 

La disponibilità di questi inchiostri anticipa così la novità più attesa, in uscita nei prossimi mesi: la nuova stampante Primera LX2000e.
Il presidente di Primera Technology Europe, Frank Droste, ha avuto l’onore di presentarla in anteprima nazionale. Questa nuova macchina è in grado di stampare etichette con una risoluzione di 4.800×1.200 dpi, fino a 210mm di larghezza e a una velocità massima di 152mm al secondo, per creare etichette professionali conformi alla normativa CLP-GHS relativa al settore della chimica industriale.


La seconda novità, presentata dagli account Epson, è la velocissima Epson C7500 con inchiostri DuraBright, anch'essi conformi alle direttive CLP-GHS. 
Con l'impressionante c7500_left_rewinder01.pngvelocità di 300mm al secondo, consente di stampare etichette ultraresistenti (larghezza massima fino a 108mm e risoluzione di stampa di 600×1.200 dpi), ideali per prodotti chimici, alimentari e imballaggi.


La terza nuova stampante a inchiostri pigmentati è "l’ammiraglia" SCL8000P, presentata dal direttore vendite Europa di SwiftColor. Concepita per sostenere elevati carichi di lavoro, con una larghezza di stampa fino a 210mm, una risoluzione di 1.200×1.200 dpi e una velocità massima di 152mm al secondo, è destinata primetec_SCL8000P_web.pngal mercato delle industrie chimiche, nella piena conformità alle specifiche CLP-GHS. È ideale per creare etichette professionali di grandi dimensioni, per tutte le applicazioni che richiedono etichette resistenti ai raggi UV, all’acqua e all’abrasione.


Un plotter digitale
Particolare interesse ha suscitato, soprattutto fra gli stampatori, I-Mark: il nuovo plotter digitale con caricatore automatico, per fustellare in completa autonomia fino a 80 fogli di formato max 35x50cm, senza l’impiego di un operatore, grazie al caricatore automatico. 
I-mark è predisposto per eseguire sia il mezzo taglio per produrre etichette in fogli, che il taglio passante per creare biglietti da visita, cartellini, partecipazioni o cartoline, e supporta carte con spessore massimo fino a 400 g. Disponibile solo da pochi mesi, ha già ottenuto grandi apprezzamenti grazie alla facilità d’uso del software incluso, alla praticità e al prezzo conveniente.

Commenti disabilitati