Print4All. Ecco cosa vedrete

0

Prodotti, cultura, iniziative: piccola anteprima delle novità che verranno lanciate alla fiera di maggio. E dopo esserci incontrati “di persona” agli stand (quello di Converting sarà al Padiglione 11P Stand N30) completeremo il quadro sul numero successivo della rivista.

Il ricchissimo palinsesto dei convegni di scenario, a cui potete accedere direttamente cliccando qui; gli speech di Bobst, che creerà link diretti fra la presentazione in fiera e le demo gestite negli Innovation Center del gruppo; la brillante iniziativa dell’Associazione Italiana dei Musei della Carta e della Stampa, che farà rivivere, coinvolgendo direttamente il pubblico, le tecniche del passato mostrando al proprio stand l’attualità e fecondità della cultura di settore; la quantità di lanci di nuove tecnologie e prodotti, che vedremo a Print4All per la prima volta, complice il rinvio di fiere di settore (la grande verticale Labelexpo in primis)…

Persino un nuovo premio ovvero la prima edizione del Best in Show di Print4All. Vuole valorizzare le competenze degli espositori produttori di tecnologia, che con le loro macchine hanno contribuito a realizzare prodotti di comunicazione stampata insieme alle aziende clienti. I lavori candidati, che verranno valutati da una giuria di esperti insieme alla “giuria popolare” formata da tutti i visitatori della manifestazione (consegna e celebrazione il 5 maggio), saranno esposti in formato digitale sui monitor dell’area Best In Show in Fiera al Pad. 9 Stand B24. Sei le categorie in gara: Publishing, Packaging, Commercial Printing, Visual &Pop, Label & Substrate.

Le aspettative dei visitatori

«Dopo questo lungo periodo di segregazione la possibilità di essere fisicamente presenti in un contesto  dove si torna a stringere le mani e con mano si tocca la tecnologia dà un senso di normalità ritrovata e di prospettiva per il futuro. Esplorare materiali, macchine, tecnologie grafiche; incontrare clienti e fornitori e scoprire nuove opportunità di partnership; aggiornarsi sulle soluzioni e i trend del settore, soprattutto in materia di sostenibilità che oggi rappresenta il cuore del 90% dei nuovi progetti avviati in SIT… Tutto questo si può fare solo in fiera, in un contesto fisico, che consente il dialogo». Neni Rossini, Presidente di SIT Group, dà voce agli stampatori e converter che espongono all’adiacente Ipack-Ima o programmano la visita alla fiera dei loro fornitori, esprimendo il pensiero di tutti. SIT , informa Rossini, presterà particolare attenzione agli sviluppi delle tecnologie di stampa e laminazione che consentano di migliorare la qualità e la sostenibilità dei prodotti, ma anche l’efficienza e il livello di servizio.

Gli eventi “collaterali”

Print4All, con le fiere sorelle che costituiscono The Innovation Alliance, fa da catalizzatore delle molte realtà che animano lo sfaccettato mondo della stampa e del converting, servendo da palcoscenico agli appuntamenti dell’anno. Ne segnaliamo tre di particolare importanza e prestigio: i Diamond Awards organizzati da FTA Europe che premiano i migliori stampati in flexo a livello europeo e sottolineano la portata internazionale dell’evento milanese (serata di gala il 5 maggio); il Best Packaging 2022 dell’Istituto Italiano Imballaggio, che verrà assegnato in fiera il 4 maggio; i World Packaging Awards della WPO, con sera di gala sempre il 4 maggio.

ACE è un’azienda italiana leader nella produzione di web cleaners mono e bifacciali (serie AR a contatto e serie DM contactless) per la stampa di etichette, flexo e digitale; sistemi elettrostatici tra cui il sistema brevettato ESA 24V per la stampa rotocalco; sistemi di rimozione polveri per l’industria del tissue, del non-tessuto e del cartone ondulato, con tecnologia innovativa brevettata per ottenere la massima efficienza.

L’Associazione Italiana dei Musei della Carta e della Stampa torna a Print4All per incontrare appassionati e studenti, interessati a scoprire e sperimentare in prima persona “l’arte di fare la carta e la bellezza dell’arte tipografica” in una serie di dimostrazioni ed esercitazioni quotidiane. L’appuntamento professionale più importante di quest’anno – finalmente in presenza sottolinea il presidente AIMSC Giorgio Montecchi – «rappresenta un segnale importante di ripartenza dopo il difficile periodo che ha inciso sull’operare di tutti i musei e delle varie associazioni culturali a cui il web ha dato risposte (parziali), consentendo di condividere sul nostro canale Youtube una piccola biblioteca dei contenuti digitali realizzati dai Musei associati».

Risposte parziali, quelle dal web, e tuttavia capaci di testimoniare la vivacità di contenuti e proposte di un’istituzione museale vivissima e capace di incontrare sensibilità e bisogni attuali, a dispetto dell’idea sbagliata di “antichità polverosa” che l’immaginario collettivo ancora associa all’idea di museo (si vedano, ad esempio, gli incontri culturali organizzati con il gruppo MeetUp Arti Grafiche Stampa e Web, raccolti sul canale YouTube della associazione AIMSC: bit.ly/aimsc_print4all).

Esperienze live al padiglione 11 Lo stand A25-B26 allestito da AIMSC nel padiglione 11 ospita alcuni macchinari storici su cui valenti tipografi, incisori e maestri cartai si alterneranno per dare vita a dimostrazioni ed esercitazioni di stampa litografica, tipografica, calcografica e fabbricazione di carta fatta a mano. Il pubblico seguirà in diretta tutte le fasi della preparazione, per un’esperienza a tutto campo e interattiva, con un dono personalizzato finale.

L’obiettivo, dichiarano gli animatori, è stupire il pubblico e invitarlo a frequentare i musei: il loro patrimonio storico-scientifico è fonte d’ispirazione e stimolo a creare iniziative culturali e imprenditoriali orientate al valore e all’eccellenza.

Le lastre flessografiche lavabili ad acqua Asahi CleanPrint AWP™ non richiedono solventi di lavaggio contenenti COV, consumano meno energia e sono pronte per la stampa in tempi più brevi. Questa tecnologia di lavaggio, inoltre, permette di ottenere una lastra a bassa tensione superficiale, che si traduce in una maggiore efficienza della macchina da stampa e meno scarti, facendo delle CleanPrint AWP™ le lastre flexo più sostenibili del settore. Altissima anche la qualità, grazie alla messa a registro precisa e al perfetto equilibrio tra alte luci e fondi pieni.

BFT Flexo presenterà il nuovo sistema d’inchiostrazione e lavaggio automatico GT1-PP, con kit in grado di monitorare precisamente i consumi e costificare puntualmente ogni variabile del lavoro in stampa.

BFT Carbon presenterà gli ultimi modelli di camera racla, installabili velocemente sulle macchine dei più diffusi costruttori, e il nuovo pack di conversione, da unità stampa a rullo gommato ad unità a camera racla su anilox ceramico, che consente di ottenere performance di stampa eccellenti.

All’esposizione milanese il grande costruttore globale di macchine da stampa e converting farà il pieno di contatti “in presenza” e, al tempo stesso, allestirà un ponte virtuale con i grandi Competence Center globali, dove vedere le macchine in funzione e dialogare da remoto con gli esperti delle varie specialità. Non un classico “spazio da fiera”, dunque, ma un punto di incontro fisico e multimediale dove dal 3 al 6 maggio, a fine mattinata, un evento live digitale presenterà ai visitatori le ultime tecnologie sviluppate dal gruppo svizzero in quattro macro aree di attività:

  • il cartone ondulato,  con uno speech “in presenza” dell’esperto che illustrerà le ultime novità per un mercato dalle dinamiche particolari, con grandi prospettive di sviluppo. Sotto i riflettori la nuova Mastercut 1.65, prima fustellatrice al mondo in grado di lavorare ad alta velocità e pari qualità cartone ondulato, cartone teso e cartone accoppiato;
  • la stampa narrow e mid web, in collegamento live streaming con gli specialisti del Competence Center di Firenze, che presenteranno l’ultimissima linea di macchine, appena lanciata sul mercato;
  • la stampa roto, in live streaming con il Competence Center di San Giorgio Monferrato, diventato il riferimento di tutto il mondo per l’innovazione roto e spalmatura;
  • la stampa flexo, con un collegamento gestito fra Bielefeld e San Giorgio per poter vedere le macchine in mostra nei due centri di sviluppo globale e dialogare da remoto con gli esperti Bobst.

SleeveMaster AUTO di CAMIS permette di mettere a registro e montare automaticamente i cliché, sia nuovi che usati. È integrata con un nuovo sistema di telecamere HD “Double Decker” che consente di controllare ed eliminare in continuo eventuali deviazioni laterali del cliché durante la sua applicazione, anche negli sviluppi stampa più lunghi. La CAMIS SMA è disponibile nei formati da 900mm a 2000mm di larghezza e con ripetizioni di stampa da 300mm a 1300mm.

L’unità Jet D-Screen di Cartes per la nobilitazione digitale semplifica la creazione di effetti di rilievo multilivello come verniciatura a registro, stampa Braille e applicazioni di sicurezza, effetti tattili complessi e ad alti spessori, applicazione foil ad altissima precisione ed effetti di oro colato con dettagli finissimi. È disponibile per le macchine serie GEMINI e GT360, consente di personalizzare e nobilitare le etichette in un solo passaggio, con un costo certo, senza spese di impianto, con avviamento immediato e nessuno spreco di materiali.

In fiera anche il famoso sistema di fustellatura e converting LASER di Cartes e le molte soluzioni create per automatizzare i processi, come la lettura automatica dei codici a barre, il riavvolgimento a torretta e il sistema di taglio automatico.

Epson mette in mostra le sue soluzioni più interessanti per i diversi ambiti di applicazione, dalle stampanti per piccole e grandi produzioni di etichette ai modelli per il signage, la produzione fotografica e il tessile. In particolare per il mondo labelling, viene presentata la serie Colorworks, ideale per la stampa in autonomia di etichette di qualità su un’ampia gamma di materiali, tra cui carta opaca e lucida e pellicole per etichette.

Ferrarini & Benelli presenta Polimetal, stazione di trattamento corona universale per tutte le applicazioni del converting, equipaggiata con elettrodi ceramici e rullo ceramico rivestito in ceramica conduttiva.  Declinata in quattro modelli, la linea Polimetal è disponibile nella versione monolaterale e bilaterale e tratta film plastici e metallizzati, carta, fogli in alluminio e accoppiati. Caratteristiche: design aperto, flessibilità produttiva, regolazione rapida dell’air-gap e manutenzione facilitata.

Fosber e Quantum porteranno in fiera lo stato dell’arte per la produzione di cartone e le soluzioni più avanzate legate all’Industria 4.0.

Fosber Group, fondato a Lucca nel 1978, con filiali in Stati Uniti e Cina, fornisce ondulatori e linee di produzione complete e retrofit di macchinari per la lavorazione del cartone ondulato.

Quantum Corrugated, nata Agnati, dal 2020 è entrata nella galassia Fosber portando con sé l’eccellenza tecnologica nella progettazione e costruzione di linee ondulatrici.

F Service Automation presenta il nuovo modello del plotter d’incollaggio Phoenix®. Dotato di nuove motorizzazioni e nuovo PLC che lo rendono più veloce, semplice e performante, si presenta con un’estetica accattivante. Di rilievo che, grazie ai numerosi aggiornamenti apportati, il macchinario rientra nei beni oggetto del Bonus Industria 4.0.

Accanto al Phoenix® vedremo all’opera Colibrì 140, versione più compatta e versatile ma non meno veloce e precisa, caratterizzata da ridotti ingombri macchina e un’ampia accessibilità su 3 lati.

H7Group lancia a Print4All la taglierina ribobinatrice per alluminio TR-B2S/22, specifica per il taglio di foil sia crudo che ricotto naturale, con un ventaglio di spessori da 8 a 150 micron. La velocità fino a 700 m/min e lo scarico automatizzato, la rendono ideale nei processi produttivi dove è richiesta un’alta efficienza di lavoro in termini sia qualitativi che quantitativi.

I&C presenta il sistema CCSone – Consumption Control System. Basato su tecnologia a microprocessore, il sistema controlla il livello di inchiostro in tempo reale e rileva i dati di consumo per singolo lavoro, totale giornata, mese e anno. CCS permette di registrare i reali impieghi degli inchiostri per poi confrontarli con quelli previsti; inoltre fornisce informazioni di sicurezza, come quella di “livello basso” nel contenitore.

L’altra grande novità consiste in un Magazzino Maniche Automatico, sviluppato in altezza e dotato di un automatismo per il prelievo/deposito delle maniche in quota.

Live demo della Refine Finishing Compact 2: macchina di finissaggio completa di stazione fustella e unità flessografica completamente automatizzata, con lamina a freddo e plastificazione, per la finitura di etichette digitali e convenzionali. Le macchine Refine sono progettate con focus sull’automazione: Industria 4.0, cloud computing e Internet of Things (IoT) consentono monitoraggio in tempo reale, controllo remoto completo attraverso le infrastrutture di rete esistenti e consolidamento dei dati delle macchine e dei lavori nel cloud per la risoluzione dei problemi, la manutenzione preventiva e i rapporti sull’efficienza. Focus on energy and cost saving: bassi consumi energetici ed elevata efficienza, veloci cambi di lavoro, riduzione degli scarti.

Lombardi Converting Machinery annuncia novità di assoluto rilievo dalla R&D della casa, specializzata nella progettazione e costruzione di macchine per la stampa flexo e la trasformazione di etichette. Ma anche una nuova iniziativa di comunicazione live, con interviste a-e-con i partner di filiera, i giornalisti e gli ospiti VIP. Nella fiera di community della stampa Nicola Lombardi ricreerà la dimensione “communitaria” del Flexo World, declinata con fantasia. E sui social ne vedremo delle belle.

Omet porta in fiera una macchina da stampa per etichette a marchio iFlex, in demo live allo stand, e le ultime novità per la stampa sostenibile, industria 4.0, digitalizzazione ed efficientamento del processo produttivo, per illustrare il portfolio di soluzioni e le prospettive future delle tecnologie per il printing e converting.

Inviando la richiesta via e-mail a mkt@omet.it si otterranno codici invito per la registrazione gratuita all’evento. Inoltre, in occasione della fiera sarà più facile visitare la nuova sede dell’Headquarter e il nuovissimo Innovation Park di Molteno (LC), allestito per le demo su un’ampia gamma di macchine da stampa per etichette e packaging.

Re SpA porta in fiera un’ampia gamma di sistemi guidanastro disponibili in differenti dimensioni. Si tratta di un prodotto che può essere personalizzato in base alle richieste dell’applicazione o alle necessità del cliente selezionando sensori ad ultrasuoni, a infrarossi o ottici. Inoltre viene fornito con tavola di taglio fissa o mobile, con tastiera remota o integrata nel telaio e con diversi altri optional. Il punto fermo di ogni sistema guidanastro Re rimane la semplicità di installazione e calibrazione grazie a un’intuitiva interfaccia per impostare e gestire  tutti i parametri di sistema.

SEI Laser è leader nella produzione e sviluppo di tecnologia Laser per i settori delle arti grafiche, delle etichette autoadesive e dell’imballaggio flessibile. Labelmaster è un “must have” nella fustellatura digitale: centinaia sono i clienti che utilizzano la tecnologia sviluppata dall’azienda di Bergamo.

Packmaster rappresenta la soluzione per il Flexible packaging completamente personalizzata ed adattabile a qualsiasi tipo di accoppiatrice solventless, taglia-ribobinatrice o similari.

ULMEX si presenta per la prima volta nella doppia veste di fornitore di ricambi, componenti e consumabili per la stampa flexo e rotocalco; e di produttore di tecnologie per la pulizia di anilox e cilindri. I riflettori saranno puntati su Evolux, l’innovativo concept per la pulizia laser degli anilox progettato e ingegnerizzato dal reparto R&D della casa, accanto alle lava cliché per etichette, imballaggio flessibile e cartone ondulato.

Presenti in fiera al fianco di ULMEX anche alcuni dei principali brand rappresentati in esclusiva italiana, fra cui Zecher, Rotec (Gruppo Flint) e TKM Meyer.

Da 75 anni Vega è specializzata nella produzione di macchine piega-incolla integrabili con doppio introduttore e macchinari per fine linea. La gamma dei macchinari offerti da Vega è ampia, comprensiva di modelli adatti anche a chi si approccia per la prima volta sul mercato; tutte le macchine sono compatibili con i dettami di Industria 4.0 e integrabili con diversi accessori. Lo staff Vega sarà disponibile ad approfondire le ultimissime innovazioni tecnologiche effettuate su ADF e Vega Altair.

Commenti disabilitati