Drupa 2021: Koenig & Bauer conferma, manroland se ne va

0

Continuano gli annunci relativi alla presenza delle aziende alla prossima edizione di drupa, spostata al 20-30 aprile 2021 a causa della pandemia da Covid-19.

Proprio le preoccupazioni legate alla “coda lunga” di questa pandemia sono all’origine delle defezioni attualmente confermate. Dopo Bobst, Xerox, Heidelberg e Komori, anche manroland ha annunciato la sua decisione di non essere presente a Dusseldorf l’anno prossimo. Lo ha fatto tramite una breve dichiarazione del suo amministratore delegato, Rafael Peñuela-Torres: “Esibire alla Drupa, o in qualsiasi altra fiera, non ha assolutamente senso durante l’attuale pandemia da Coronavirus. È un peccato, visto che avremmo esposto – con dimostrazioni dal vivo – sia la nostra rotativa ROLAND 900 Evolution lanciata di recente, sia la nuova ROLAND 700 Evolution Elite, ma purtroppo non è possibile farlo nelle attuali circostanze“.

C’è però chi prende fin d’ora una posizione opposta, confermando ufficialmente che a drupa ci sarà. Si tratta di Koenig & Bauer il cui ceo Claus Bolza-Schünemann – che è anche presidente di drupa – ha dichiarato: “Continuiamo a vedere la drupa, la fiera leader del mondo, come un elemento fondamentale nel settore delle arti grafiche e riteniamo che sia nostra responsabilità sostenere questo settore. Vogliamo fare la nostra parte per continuare a fornire importanti impulsi in quella sede con incontri faccia a faccia“.

Parole a cui ha fatto eco Ralf Sammeck, membro del consiglio di amministrazione di Koenig & Bauer: “Le fiere non saranno le stesse di prima del Covid-19 e Koenig & Bauer sta integrando la comunicazione con i suoi clienti con formati virtuali ed eventi specifici per i clienti, ad esempio in il nostro nuovo Customer Experience Center. Tuttavia, questi formati possono trasmettere solo in misura limitata le capacità prestazionali dell’ampio portafoglio di prodotti. Niente di meglio che sperimentare le ultime tecnologie da vicino in azione con il pubblico e la fiera“.

Commenti disabilitati