Cerutti: gli investitori stranieri si ritirano

0

Officine Meccaniche Cerutti, punta di diamante dell’industria italiana e leader mondiale della stampa roto, che insieme a Cerutti Packaging Equipment oggi presenta un portfolio completo di soluzioni per stampa, converting, finissaggio e fustellatura, sta vivendo un momento di grande difficoltà, acuita dalle conseguenze della pandemia. In crisi da tempo, nonostante l’alto livello delle tecnologie e la forza del brand a livello internazionale, secondo le informazioni riportate dal quotidiano La Stampa del 6 giugno ha visto sfumare l’imminente accordo con due investitori americani, in vista del quale era già stato avviato un piano di riconversione di parte della produzione in macchine per l’imballaggio.

Salvo colpi di scena dell’ultimo minuto, gli amministratori chiuderanno lo storico stabilimento di Vercelli e il relativo centro di ricerca, con la creazione di 163 esuberi.  La chiusura è prevista per luglio, mentre resterà attivo lo stabilimento di Casale Monferrato, dove verrà costituita una NewCo “finanziata da risorse della famiglia Cerutti e da imprenditori esterni”, riporta il quotidiano, dove rimarranno al lavoro 125 dipendenti.

Commenti disabilitati