Acimga: Peretti rilancia su rappresentanza e lobbying

0

Un quadriennio per crescere, puntando sul coinvolgimento. Il programma di Aldo Peretti neoeletto presidente di Acimga.

Continuità, coinvolgimento, condivisione per crescere: sono i temi portanti della presidenza Acimga per il prossimo quadriennio, annunciati da Aldo Peretti. Il CEO di Uteco Converting SpA è stato eletto presidente dell’associazione costruttori macchine e attrezzature per la stampa-grafica e il converting durante l’assemblea ordinaria dello scorso 26 giugno, presso l’hotel Melia di Milano; Peretti ricopre anche la carica di vicepresidente di Confindustria Verona e di recente è stato eletto a Roma nel Consiglio Generale di Confindustria.
Al vertice di Acimga sarà affiancato da quattro vicepresidenti: Daniele Vaglietti (IMS Deltamatic), Daniele Barbui (ACE), Matteo Cardinotti (Bobst Firenze) e Giulia Rossini (Rossini spa), la cui elezione segna il ritorno di una donna nell’esecutivo dell’Associazione.

Non solo macchine
«La mia presidenza sarà ispirata alla continuità con il lavoro svolto da Marco Calcagni, la cui gestione ha dato buoni frutti», ha esordito Peretti nel suo primo discorso rivolto all’Assemblea. «Inoltre, l’ampliamento della rappresentanza, determinato dalla riforma Pesenti, consente di avere nel Direttivo la migliore e più completa rappresentanza del settore: aziende grandi e piccole, costruttori di macchine così come di componentistica e di accessoristica e in quest’ottica sono stati scelti i vicepresidenti.»

A tutte queste componenti, che unite formano un patrimonio di conoscenze e di prodotti-servizi che attestano il nostro settore ai vertici mondiali, si rivolge dunque l’associazione, che sta lavorando alacremente per amplificare la voce degli associati e valorizzare il ruolo della filiera del prodotto stampato.

Convergenze e specificità
Durante il suo discorso di insediamento il neo eletto presidente ha prestato grande attenzione al coinvolgimento, che diventa una delle parole chiave della nuova presidenza, così come alla condivisione e all’attività di lobbying, nel senso virtuoso del termine: «Attraverso l’intervento ai vari livelli associativi abbiamo esercitato un ruolo positivo nei confronti del Governo per lo sviluppo del Piano Industria 4.0: il risultato è una legge che rappresenta una spinta positiva per la nostra industria», ha spiegato Peretti. «Con pari incisività dobbiamo rapportarci a Fiera Milano e a tutte le associazioni che convergono per il successo di Print4All 2018: intendiamo far risaltare la porzione di fiera in cui siamo direttamente coinvolti a fronte, nel rispetto delle reciproche specificità. Quest’attività, con l’immagine che ci stiamo creando e con ruoli rilevanti che andiamo a occupare – ha concluso il neo presidente – è importante per valorizzare i nostri messaggi, i temi di nostro interesse e pertinenza, le nostre fiere, i nostri associati».

Commenti disabilitati