W&H sviluppa una nuova digitale per il packaging flessibile

0

Nell’era della stampa digitale nessun costruttore di macchine può permettersi di restare fuori da questo mercato. Lo conferma, una volta di più, Windmöller & Hölscher, blasonato costruttore di macchine, con una storia iniziata nel 1869 in Germania, nel mercato dei sacchi di carta, e evoluta worlwide nella flexo e nella roto per il packaging flessibile. Che si dedica al digitale con il progetto di una macchina nuova, basata sull’inkjet piezoelettrico e ora inizia a coinvolgere i partner tecnologici (fra cui il produttore di testine di stampa inkjet Xaar).

Un mercato particolare
Mentre la stampa digitale è già consolidata nel settore delle etichette e della stampa commerciale, gli imballaggi flessibili continuano a rappresentare una sfida: un processo di stampa digitale economico e stabile deve ancora essere sviluppato, valutano in W&H.

«Il mercato degli imballaggi flessibili ha bisogno di affiancare la stampa digitale ai sistemi tradizionali, per affrontare adeguatamente ordini sempre più contenuti e con tempi di produzione sempre più ristretti» spiega Jürgen Vutz, CEO di W & H. «Tuttavia, la produzione di imballaggi flessibili presenta requisiti molto particolari, ad esempio la corretta adesione dell’inchiostro al film. In qualità di specialisti in questo mercato, mettiamo a disposizione le nostre conoscenze per offrire risposte a queste sfide. Anzitutto, continuando a perfezionare la stampa flessografica e rotocalco; quindi, aprendo la strada della stampa digitale per imballaggi flessibili».

Il nuovo progetto

W&H si sta dedicando alla stampa digitale da diversi anni e dal 2016 un team dedicato lavora al progetto di sviluppo di una macchina proprietaria, con un investimento di milioni di euro.

«Inizialmente ci siamo focalizzati sull’identificazione di requisiti pratici, abbiamo valutato le tecnologie esistenti e testato nuovi approcci. Questo lavoro ci ha portato a ideare un concept di macchina che si differenzia da tutti gli altri e fornisce valore aggiunto ai nostri clienti, a partire da una qualità di stampa e una velocità di produzione molto elevate. E ora stiamo portando avanti il progetto con partner attentamente selezionati», spiega Sven Michael, responsabile del team digitale di W&H.

«La disponibilità e la facilità di utilizzo quotidiano sono le nostre priorità principali. Il nostro obiettivo è quello di arrivare sul mercato con una macchina da stampa ben funzionante e matura, che mantenga tutte le promesse del digitale per questo settore», riassume Vutz.

Commenti disabilitati