Compleanni, bussole e tecnologia

0

Bobst compie 125 anni e punta su efficienza, ottimizzazione e servizio. E a Drupa porta molta tecnologia nuova per il converting.

«Per Bobst il 2016 è un anno memorabile perché festeggiamo il 125° anniversario – annuncia Jean-Pascal Bobst, CEO del gruppo svizzero – e perché è l’anno di Drupa, che ci dà l’occasione di dar prova del dinamismo e della dedizione che accompagnano la nostra reputazione nel settore. Il nostro gruppo, infatti, continua ad ampliare l’offerta di tecnologie e servizi con l’obiettivo di migliorare il supporto a una clientela sempre più vasta e dalle applicazioni diversificate. Per questo possiamo presentare in fiera innovazioni studiate per soddisfare le esigenze dei brand owner e dei loro fornitori, in termini di efficienza, time-to-market e ottimizzazione dei processi. Le novità riguardano l’intero portafoglio prodotti».  

Fustellatrici “oltre”

Allo stand Bobst, anzitutto, un’anteprima mondiale. Si tratta della nuovissima Mastercut 106 PER, annunciata come la fustellatrice più produttiva mai realizzata “grazie a una serie di innovazioni che ridefiniranno gli standard di settore”.
Segue, sempre nell’ambito del converting, la Masterfoil 106 PR per stampa a caldo, integrata con il Foil Unwinder+ ovvero una soluzione che garantisce un +30% di produttività e un taglio del 50% dei consumi di banda metallizzata.
In fase di lancio anche la piega-incollatrice Mastercut e la nuova Masterfoil, studiate per garantire maggiore automazione, regolazioni più veloci, costi di esercizio inferiori e funzionamento più facile, oltre a consentire una produzione di imballaggi a “zero difetti”.

Digital flexo a 7 colori    
Una inedita versione della macchina per la stampa flessografica M6 UV, configurata per la produzione di scatole pieghevoli viene proposta in fiera come valida alternativa all’offset grazie a cambi lavoro da meno di un minuto con tecnologia Digital FlexoTM, alle velocità di produzione estremamente elevate e al taglio in linea ad alta velocità. Le scatole prodotte possono essere successivamente trasformate sulle fustellatrici e piega-incollatrici della casa.
La M6 a sette colori presenta nuovi ordini di vantaggi in termini di costi, grazie all’acquisto del cartone in bobina, e di semplificazione del processo produttivo. Contribuisce a quest’ultimo goal il sistema UV Digital FlexoTM che non richiede né acqua né solventi e consente cambi lavoro rapidissimi.
Più in generale, sfruttando il livello di automazione offerto da questa tecnologia e le caratteristiche dei nuovi inchiostri UV a migrazione ridotta, Bobst è in grado di presentare ai visitatori della fiera tedesca macchine con tempi di set-up paragonabili al digitale e con una produttività estremamente elevata. E di dar prova delle prestazioni di una tecnologia di stampa con gamma cromatica estesa (ECG), che utilizza quattro o sette colori fissi ed è destinata alle ultime macchine, appositamente ottimizzate.

Un’offerta variegata
Flexo a tamburo centrale, stampa flessografica in linea, rotocalco e digitale, ma anche nuove macchine per l’accoppiamento, la spalmatura e la metallizzazione, molte delle quali dotate di automazioni digitali per un funzionamento facile, ripetibile e affidabile…
Nel portfolio di soluzioni Bobst troviamo questo e altro ancora.
Come il nuovo software per la produzione di utensili ad alte prestazioni, o la soluzione Pick&Pay di nuova generazione, che aumenta la sicurezza degli operatori e riduce i fermi rendendo disponibili direttamente sulla macchina ricambi di parti soggette ad usura e parti di emergenza.    

Per non perdere la bussola
Chi prenota online (www.bobst.com/leading-innovation) la visita allo stand Bobst riceve sul proprio smartphone la “bussola dell’innovazione” Bobst, che consente di reperire rapidamente e facilmente sullo stand le soluzioni di proprio interesse.
Ma a Drupa Bobst collabora anche con altre grandi aziende: Kodak che espone campioni di imballaggio nella propria sala VIP, Kurz che ospita allo stand una delle nuove macchine per la stampa a caldo del costruttore svizzero, oltre a Marbach, Hinderer + Mühlich, Baumer hhs, Metsä, Henkel, Gebr. Knauer e i partner del progetto REVO Digital Flexo.                                  

 

Commenti disabilitati