Commercio estero: giù import ed export delle macchine

0

Export in calo nei primi 8 mesi del 2019 per le macchine da stampa, converting e legatoria, che registrano un meno 8,9% rispetto allo stesso periodo del 2018. A segnare il rallentamento maggiore le vendite verso l’Asia (-22,5%), ma anche l’Europa, principale mercato di sbocco dei costruttori italiani, vede una flessione a due cifre (-13%).

In controtendenza le Americhe, con un aumento degli acquisti di quasi un quinto nel 2019 (+19,4%). Gli Stati Uniti si confermano primo paese importatore di macchine italiane con 171 milioni di beni, seguito dalla Germania (65 milioni), Spagna (62 milioni) e Francia (58 milioni).

Diminuiscono anche le importazioni (-17,5%), penalizzate dal rallentamento degli acquisti di macchine dall’Europa (-23,6%), mentre aumentano le importazioni dall’Asia (+4,5%) e dalle Americhe (+25,7%).

Primo fornitore italiano si conferma la Germania (111 Milioni), seguita a distanza da Francia (43 milioni), Stati Uniti (27 milioni) e Cina (26 milioni).

Dati Ufficio Studi Acimga.

Commenti disabilitati