Capital Finance International premia la tecnologia Nanopool Vetroliquido

0

La rivista internazionale di finanza ed economia CFI premia la tecnologia NP Vetroliquido come Best Green Alternative Innovation Europe 2020.

“Senza esitazioni” – per citare le parole della giuria di Capital Finance International (CFI) – Nanopool GmbH è stata nominata “Best Green Alternative Innovation Europe 2020“.

L’accento è stato posto sulla “svolta rivoluzionaria” nel campo del packaging sostenibile. Il rivestimento biocompatibile di protezione Nanopool è in grado infatti di conferire a materiali biodegradabili tipicamente assorbenti, come carta e cartone, efficaci proprietà di idrorepellenza e oleorepellenza. Inoltre, questa tecnologia apporta ai materiali ulteriori rilevanti caratteristiche come l’inibizione delle muffe o degli odori indesiderati e, presto, anche una protezione antivirale: l’efficacia anche contro il virus SARS-CoV-2 è già stata confermata dai ricercatori.

Il cartone come nuovo superpackaging: la protezione NP è la chiave

Fino ad oggi, i campi di utilizzo degli imballaggi a base di carta e le loro prospettive di sviluppo erano inevitabilmente limitati dalle tipiche caratteristiche di queste superfici. D’ora in avanti, la tecnologia NP Vetroliquido è in grado invece di garantire alla carta un’efficace protezione, con l‘aggiunta di due ulteriori vantaggi:

  • NP Vetroliquido può essere facilmente applicato su ogni qualità di cartone, anche riciclato, per imballaggi di qualsiasi dimensione o forma offrendo così a produttori, utilizzatori e consumatori una libertà di progettazione ed una versatilità completamente nuova;
  • in secondo luogo, l’efficacia del rivestimento protettivo può essere potenziata con funzionalità aggiuntive in qualsiasi momento. Alcuni mesi fa, le principali sfide erano la protezione della carta e del cartone da umidità, grassi, odori e gas ma oggi, dopo la pandemia, la protezione dai virus è diventata un altro urgente problema.

Per far fronte a questo cambiamento di prospettiva, Nanopool ha sviluppato nuove formulazioni antivirali che sono state oggetto di approfonditi test negli scorsi mesi. Poiché l’efficacia della tecnologia Nanopool contro il virus SARS-CoV-2 è stata ora confermata dai ricercatori, in futuro il correlato agente protettivo potrà essere incorporato nella matrice dei preparati NP (a protezione non solo di carta e cartone ma anche di tessuti, pellami, superfici ospedaliere, ecc.) senza necessità di modificarne la formulazione, rendendo così i materiali permanentemente antivirali finché lo strato sarà presente sulla superficie.

Flessibile e innovativo come uno smartphone

“Il principio è simile al modo in cui funziona uno smartphone”, spiega Sascha Schwindt, amministratore delegato di Nanopool. “La matrice di base della nostra tecnologia già sviluppa prestazioni molto elevate, proprio come un potente smartphone ultimo modello appena uscito dalla fabbrica. Rende cioè le superfici repellenti contro umidità, sporcizia e microrganismi senza modificarne l’aspetto, la mano o la traspirabilità. In aggiunta – così come uno smartphone può essere utilizzato in modo ancora più efficace, specifico e personalizzato scaricando le varie app – la nostra tecnologia di base può essere integrata con agenti attivi. Questo rende le nostre soluzioni estremamente versatili: un importante vantaggio sia per le aziende che per i consumatori, in vista delle difficili sfide che dovremo affrontare negli anni a venire.”

Questa innovazione apre quindi un percorso completamente nuovo a favore dell’industria del packaging a base di carta e cartone, consentendole di espandersi in nuovi e vasti campi di applicazione sostituendo i materiali plastici in molti impieghi. Infatti, la tecnologia NP Vetroliquido soddisfa i più ampi e stringenti requisiti di sostenibilità e protezione ambientale.

Senza plastica ed ecologico: dopo l’uso ritorna al ciclo naturale

Aggiungendo strati di metallo o materie plastiche come alluminio o polietilene i rivestimenti convenzionali trasformano la carta – un materiale di per sé completamente biodegradabile – in un prodotto composito, che deve quindi essere smaltito come rifiuto speciale.

NP Vetroliquido depone invece sulla carta e sul cartone solo uno strato estremamente sottile di puro biossido di silicio – o SiO₂, secondo la sua formula chimica – il principale componente naturale del quarzo e della sabbia. Ciò significa che qualsiasi imballaggio in carta o cartone trattato con NP Vetroliquido può essere tranquillamente riciclato nella filiera della carta.

Le esigenze di una sempre maggiore sostenibilità di qualunque filiera e, parallelamente, le normative legali in materia di rifiuti plastici sono sempre più stringenti. La possibilità di eliminare questi derivati del petrolio dagli imballaggi, consentendone così un più corretto e sostenibile smaltimento, rappresenta un chiaro vantaggio non solo per tutti i produttori alimentari e non alimentari, ma anche per le aziende di logistica e per molti altri settori. Grandi multinazionali hanno già riconosciuto l’unicità di questo vantaggio competitivo, confermando grande interesse a sviluppare l’ottimizzazione dei propri imballaggi con la pluripremiata protezione NP.

A un costo sostenibile e facile da applicare

Sin dalla sua fondazione nel 2002, Nanopool ha ricevuto numerosi premi per l’ambiente, l’innovazione e l’economia. Nell’annuncio ufficiale dell’ultimo premio, la giuria del CFI sottolinea che NP Vetroliquido non solo è facile da applicare, ma è per di più economicamente sostenibile anche in quei settori in cui i costi rappresentano una variabile essenziale. La produzione e la distribuzione dei preparati NP da applicare può inoltre essere realizzata localmente allo scopo di economizzare i trasporti, riducendo così i costi dell’intero processo e rendendolo ancora più rispettoso dell’ambiente.

Per ulteriori approfondimenti sui numerosi campi di applicazione e sulla versatilità del rivestimento NP Vetroliquido www.nanopool.it

Commenti disabilitati