BOBST: riflessioni su un anno di alti e bassi per il settore del packaging

0

Ricorderemo il 2021 come un anno di condizioni commerciali uniche, con un aumento di oltre il 70% delle richieste su base annua!  Rivediamo alcune delle principali pietre miliari che hanno scandito l’anno.

I risultati finanziari BOBST 2021 sono buoni, con un marcato incremento degli ordini rispetto al 2020. Tenendo conto dell’impatto dei lockdown dovuti alla pandemia di COVID-19 e del conseguente calo registrato nel 2020, la crescita netta dal 2019 supera nettamente il 40%. In termini di aree, America del nord, Europa meridionale (Francia, Italia, Spagna, Portogallo e Grecia), Germania e Polonia hanno ottenuto risultati ottimi, ma abbiamo registrato buone performance anche in tutto il mercato dell’America del Sud. Nonostante un rallentamento in Cina, i risultati complessivi registrati nel paese si confermano molto positivi. Il sud-est asiatico rimane una regione complessa e frammentata, benché ricca di opportunità per il futuro.

Nonostante le limitazioni sui viaggi che coinvolgono i nostri tecnici sul campo, l’area assistenza è diventata ancora più critica e strategica, sia per le persone che per l’insieme dei fornitori. I nostri tecnici specializzati hanno fatto un lavoro incredibile, assistendo molti clienti da remoto sia per le installazioni che per la risoluzione dei problemi, creando di fatto un nuovo modo di lavorare. Questo ci ha fatto comprendere l’importanza della connettività delle macchine, ma anche che BOBST possiede gli strumenti per analizzare i dati, prevedere e risolvere i problemi prima che insorgano nonché le capacità di aiutare i clienti a comprendere e adattarsi alle soluzioni tecnologiche più recenti.

Il 2021 è però anche stato un anno di stravolgimenti per l’intero settore del packaging. La penuria di manodopera specializzata in alcune regioni, unitamente agli aumenti senza precedenti dei prezzi di carta, cartoncino e supporti flessibili ha creato sfide inattese e incertezze per molti dei nostri clienti.

L’aumento dei prezzi delle materie prime è stato incredibile e ha sortito un impatto non secondario sulle nostre condizioni di prezzo. Le materie prime utilizzate per i telai delle macchine e i componenti hanno ad esempio subito un aumento inatteso, così come le piastre d’acciaio laminate a caldo, aumentate del 119% da gennaio 2020. Le piastre d’acciaio laminate a freddo sono aumentate del 126%. I bracci e le sezioni strutturali sono aumentati del 91%, la lega d’alluminio del 75% e il rame del 65%. L’utilizzo di materie prime per i componenti meccanici (resine di LLDPE, nickel, poliuretano, ecc.) è aumentato di oltre il 40% da settembre 2020, mentre per i materiali usati per le parti commerciali (cinghie, catene, lubrificanti, rulli ecc.) l’aumento è in media del 9%. Anche i trasporti sono aumentati da agosto 2020: via mare del 216%, via aria del 200% e via strada del 5%.

In linea con la nostra visione del settore, nel 2021 abbiamo lanciato nuovi prodotti, dando vita ad una nuova realtà dove connettività, digitalizzazione, automazione e sostenibilità sono i pilastri della produzione di imballaggi.

BOBST DAYS – presentazione dell’evento virtuale nel settore del packaging più grande di sempre con 28 webinar unici che hanno richiamato 8.491 partecipanti – è stato uno dei momenti salienti dell’anno. È possibile riguardare tutti i webinar qui: https://media.bobst.com/usen/webinars/

Cartone teso e ondulato

Nel 2021, il mercato del cartone ondulato ha continuato a crescere in maniera stabile, trainato dai settori farmaceutico e alimentare. Abbiamo notato una domanda crescente di linee di produzione più automatizzate con soluzioni di controllo qualità potenziate. Abbiamo anche osservato la migrazione di alcune aziende di stampa verso la produzione di imballaggi.

Il settore del cartone ondulato ha registrato un anno record trainato dalla crescita a livello globale dell’e-commerce, ora estesosi a nuovi settori come quello delle consegne di alimentari. Le grandi aziende di trasformazione, e non solo, hanno deciso di investire in maniera massiccia in nuove macchine o progetti ecosostenibili per soddisfare la nuova domanda. Le aziende di trasformazione ricercano linee di produzione più produttive con maggiori funzioni automatizzate e macchine con controllo di qualità in linea.

BOBST continua a essere leader nei segmenti del cartone teso e ondulato grazie a nuove macchine e all’innovazione, dalla stampa alla nobilitazione, alla fustellatura, piegatura e incollatura. La NOVAFOIL 106 è una soluzione versatile ed economicamente vantaggiosa per la stampa a caldo in linea e trasversale di qualità, molto amata dal mercato. Il “nuovo sistema di registro foglio/taglio” ACCUREGISTER (dopo il famoso Power Register) riduce i tempi di impostazione e i fermi legati all’introduzione, rafforzando la produttività e offrendo un’eccezionale qualità del registro dei fustellati.

La versione A3 della  EXPERTFOLD 110, che offre una maggiore versatilità e ineguagliati vantaggi in termini di risparmio di tempo alle aziende di trasformazione di imballaggi, è stata accolta benissimo dal mercato, con unità vendute in Italia, India e Regno Unito.

Nel settore del cartone ondulato, la MASTERLINE DRO lanciata a novembre è stata probabilmente la macchina più incredibile per le sue capacità annunciate di soddisfare le pressanti esigenze dell’e-commerce. Si tratta della macchina più versatile, automatica ed ergonomica esistente, in grado di offrire una produttività ai massimi livelli e una qualità senza pari con la stampa interno/esterno.Lo SPEEDPACK, introdotta a settembre, è subito stata accolta con grande favore dal mercato perché capace di soddisfare i requisiti di automazione del settore. La società con sede in Svizzera BOURQUIN ha sottolineato come la modularità e produttività dello SPEEDPACK ne facciano l’impacchettatore perfetto per qualsiasi linea di piega-incollatura multipunto.

Infine, la MASTERCUT 1.65 presentata a Giugno è al momento in versione beta. Si tratta di una macchina davvero speciale capace di lavorare cartoncino, cartone ondulato e accoppiato, perfettamente in linea con la nuova visione del settore e le capacità di automazione.

La sostenibilità e la consapevolezza ambientale sono sempre più diffuse, il che porta a una efficienza generale maggiore per i nostri nuovi sviluppi. Le aziende di trasformazione si aspettano soluzioni appropriate, maggiore flessibilità in tempi imprevedibili e maggiori performance in un mercato ormai sempre più globale. Le macchine combinate a sistemi di controllo qualità saranno sempre più richieste. Le aziende di trasformazione che lavorano con il cartone ondulato rafforzeranno l’impegno verso la sostenibilità degli imballaggi realizzati in questo materiale. L’intero settore rimane molto ottimista per il futuro.

Etichette e imballaggi flessibili

Due le parole che illustrano al meglio il 2021 per i segmenti delle etichette e degli imballaggi flessibili: Digitalizzazione e Sostenibilità. Le etichette registrano una crescita solida con soluzioni tutto in uno che uniscono flessografia e stampa digitale. Nel digitale, il getto d’inchiostro sta compiendo significativi passi avanti, registrando il tasso di crescita in assoluto maggiore visto che già offre un’elevata qualità unita a un’elevata produttività e bassi costi operativi. Il mercato delle etichette rimane tuttavia un crogiolo di tecnologie diverse, ciascuna delle quali rappresenta lo stato dell’arte per applicazioni specifiche. Tutte le aziende di trasformazione si trovano ad affrontare l’aumento delle tirature brevi e tutte ricercano più automazione, specialmente alla luce delle difficoltà nel reperire la manodopera. I prezzi dei supporti sono aumentati in maniera significativa e alcuni sono anche diventati più difficili da trovare.

Negli imballaggi flessibili, l’intero mercato si trova di fronte al “dilemma della reinvenzione della plastica”. La riciclabilità e la compatibilità alimentare sono questioni altamente prioritarie, con una forte domanda di nuove soluzioni a elevato effetto barriera e monomateriale o accoppiati come carta e alluminio. Registriamo una domanda forte alimentata dalle consegne a domicilio nel contesto dell’e-commerce e dal segmento dei pasti pronti. I tassi di crescita maggiori li registrano le buste stand-up, i flow pack e gli imballaggi monodose. Il settore cresce a un tasso stabile ma rimane prudente per gli impatti che le nuove regolamentazioni potrebbero avere sulla produzione di plastica.

Nel 2021, le soluzioni di automazione Digiflexo di BOBST hanno rappresentato oltre il 40% degli contratti firmati, in accordo con i requisiti di digitalizzazione e automazione per linee di produzione più flessibili.  A luglio, BOBST ha acquisito il restante 49% di Mouvent, integrando questo competence centre dedicato alla stampa digitale. La MASTER DM5 – annunciata per la prima volta nel 2020 – sta conoscendo un successo crescente, dimostrazione del valore di soluzioni che integrano la stampa digitale e flessografica in soluzioni modulari tutto in uno e tutto in linea. Il cliente italiano IBE ha dichiarato che questa nuova classe di macchine soddisfa le richieste di mercato di lavori di 2000-8000 metri, colmando il divario tra macchine digitali tradizionali specializzate in tirature brevi e tecnologia flessografica progettata per tirature molto lunghe. Questa dichiarazione trova una concreta realizzazione in oneLABEL di BOBST, portafoglio multi-tecnologie capaci di coesistere e ottimizzare quindi l’intero reparto di produzione.

Il 2021 ha visto un’altra grande pietra miliare per BOBST con l’apertura del Competence Centre Atlanta Label dove abbiamo accolto molti clienti e concluso ordini di vendita per le nostre nuove soluzioni di stampa digitale. Non dimentichiamo poi il successo dell’Open House BOBST che si è tenuto a Firenze a settembre e al quale hanno partecipato oltre 100 aziende specializzate nella produzione di etichette. Mentre BOBST è un player relativamente recente nel segmento delle etichette digitali, con oltre 50 macchine a getto d’inchiostro già installate, pari a una stampa di oltre 21 milioni di metri lineari, abbiamo dimostrato come sia possibile cambiare la dinamica di mercato in un arco di tempo breve.

Negli imballaggi flessibili, l’intero settore del packaging sta cercando un nuovo “volto sostenibile”. La produzione di vetro e cartone teso si sta in parte orientando verso la plastica per ridurre l’impatto ambientale e quello del trasporto. Allo stesso tempo, gli imballaggi flessibili si stanno in parte spostando verso quelli cartacei. Ma il trend maggiore è il passaggio dagli imballaggi multi-materiale alle soluzioni monomateriale, anche se sono ancora senza soluzione i problemi della raccolta dei rifiuti e del riciclo. L’utilizzo di film da riciclo e materiali bioplastici deve aumentare per essere competitivo.

Oggi, BOBST è pronta con soluzioni monomateriale – dal giusto effetto barriera, alla stampa, all’accoppiamento. Il lavoro compiuto con partner come BASF, DOW, SUN CHEMICALS, ELBA, HOSOKAWA, ILENE, MICHELMANN e UFLEX e molti altri, ha permesso di creare innovazioni che plasmeranno il futuro degli imballaggi riciclabili.

Il 2021 è stato un anno cruciale per le nostre soluzioni oneBARRIER, inclusa una soluzione trasparente priva di strato superiore e EVOH per barriera PE completa, ottenuta usando NOVA SX 550, EXPERT K5 e VISION D850 di BOBST. Il risultato è una soluzione in PE trasparente monomateriale a elevato effetto barriera quale alternativa ai film in poliestere metallizzati.

Sempre in tema di sostenibilità, BOBST è stata insignita dell’ERA Gravure Award for Sustainable Packaging per la sua macchina rotocalco per stampa ad acqua e altresì grazie all’utilizzo di un prodotto BOBST AluBond, Max Specialty Film ha vinto un premio per il film effetto barriera metallizzato.

Le soluzioni per la sostenibilità sono state implementate a livello internazionale. Sparsh Industries è stata la prima azienda in India a impiegare la nuova soluzione ecologica AluBond® su una macchina in fascia larga, mentre Polibak in Turchia è stata la prima a installare da remoto un metallizzatore K5 di BOBST.

Nel 4° trimestre 2021, BOBST ha acquisito gli asset delle società Cerutti, produttore Italiano di macchine rotocalco, ivi compresa la divisione assistenza e parte dell’unità R&D, in linea con l’obiettivo strategico di consolidare ulteriormente la propria leadership tecnologica e di mercato nel settore della stampa rotocalco globale.

Guardando al 2022, la digitalizzazione sarà il driver principale per le etichette. Le aziende di trasformazione ricercheranno soluzioni digitalizzate end-to-end complete per ottimizzare la produzione. Tutto ciò che sarà possibile digitalizzare verrà fatto, permettendo ai trasformatori di fornire prodotti più velocemente, a una qualità migliore e con meno scarti, rispondendo alla crescente domanda di una produzione di etichette on demand.

Negli imballaggi flessibili, ci aspettiamo che la soluzione oneBARRIER diventi disponibile per un utilizzo basato su carta, per una maggiore sostenibilità futura. La soluzione di gestione della stampa cromatica estesa – oneECG – continuerà a diffondersi nei siti di produzione, sostituendo la miscelazione degli inchiostri e relativi scarti. Nel complesso, crediamo con forza che gli imballaggi in plastica, ben prodotti e ben riciclati abbiano un futuro e siamo pronti con soluzioni disponibili a livello commerciale.

Assistenza

Per tutto l’anno, gli spostamenti hanno continuato a essere molto difficili, facendo della teleassistenza un’opzione strategica per i nostri clienti, i quali hanno molto apprezzato la maggiore efficienza offerta dalla connettività delle macchine. La connettività mette a disposizione molti dati per offrire una gamma di nuovi servizi. I dati stanno anzi creando una rivoluzione nel settore degli imballaggi.

La nostra strategia di una soluzione basata su cloud offrirà nuovi strumenti e nuovi software, aiutando le aziende di trasformazione ad aumentare la produzione grazie al nostro sistema interamente automatizzato e connesso. Stiamo non solo sviluppando soluzioni di ricette di lavori e OEE ma anche algoritmi predittivi che aiuteranno gli utenti a massimizzare i loro investimenti.

Continuiamo a sviluppare upgrade e servizi che aiutano i clienti a migliorare l’efficienza. Abbiamo lanciato il programma di pulizia della platina mentre l’upgrade oneECG per migliorare la sostenibilità dei nostri clienti è in via di sviluppo.

Nel 2021, dopo il lancio di successo del Tavolo di Controllo Digitale precedentemente presentato per il cartone ondulato, abbiamo introdotto una nuovo modello per il cartone teso. La nuova soluzione non solo tiene traccia dell’immagine e del registro per stampa/fustellato, ma anche della precisione delle nobilitazioni, dei braille e molto altro.

Nell’ambito del nostro portafoglio di servizi, abbiamo attivato un numero crescente di fustellatori certificati in tutti i continenti, che attualmente sono 26. Nel 2021, ai produttori di fustelle piane per cartone teso si sono uniti i produttori di fustelle piane per cartone ondulato e, nel 2022, si aggiungeranno a questa rete i produttori certificati di fustelle rotative. Per quanto riguarda gli utensili, la nuova fase dello strumento di gestione dedicato TooLink, uscirà nel 2022. L’applicazione è accessibile da remoto sia a fustellifici che ai trasformatori e offre i mezzi per il monitoraggio degli utensili. Entrambi possono usare i dati effettivi sugli utensili per rendere più efficiente la produzione.

Per il 2022, ci attendiamo un aumento del numero dei nostri tecnici d’assistenza sul campo, sempre più coinvolti nel fornire assistenza reattiva e proattiva da remoto ai clienti grazie alla teleassistenza. Le soluzioni per il controllo della qualità diventeranno anch’esse sempre più importanti e un modo ideale per ridurre scarti, reclami e incrementare la redditività. L’offerta oneINSPECTION di BOBST è parte dell’impegno della società di rendere gli imballaggi zero difetti una concreta realtà.

In sintesi

Il 2021 è stato un anno eccezionale, imprevedibile e denso di opportunità. I nostri clienti confermano la validità della nostra visione del settore basata sulla connettività, la digitalizzazione e l’automazione. Gli sviluppi sulla sostenibilità sono parte delle nostre soluzioni, supportano tutti i settori e in particolare la produzione di imballaggi flessibili, rispondendo agli impegni dei proprietari di marchi in fatto di riciclabilità.

Siamo certi che il 2022 sarà un anno positivo anche se non possiamo ignorare le incredibili pressioni dovute al complesso dei fornitori globali e alle carenze di risorse. Anche la pandemia continua ovviamente a giocare un ruolo importante sui comportamenti delle persone. Noi possiamo aiutare clienti e aziende di stampa e trasformazione a fare ciò che sappiamo fare meglio: innovare, promuovere la sostenibilità del settore e dei suoi prodotti, senza mai dimenticare il fattore della ciclicità del settore nei vari periodi temporali.

Commenti disabilitati