Una ISO sulle etichette per utenti e fornitori

0

Quando utilizzatori del calibro di Ericsson e Ikea chiedono delle specifiche tecniche da condividere con i fornitori di etichette autoadesive – per creare linguaggi e metodologie comuni, agevolando la gestione degli ordini lungo tutta la supply chain – ISO risponde. È nata così la norma ISO DTS 18614, pubblicata nell'agosto 2016, grazie alla collaborazione tra Finat e l’associazione di etichette di Germania, Austria e Svizzera VskE.

L’iniziativa è partita da Ericsson e Ikea tramite lo Swedish Standards Institute (SIS). La proposta è stata accettata a maggioranza ed è stato istituito un gruppo di lavoro per il progetto ISO, che ha coinvolto anche Finat e VskE. Il loro impegno ha prodotto una checklist degli standard da prendere in considerazione per effettuare gli ordini di etichette autoadesive, che rappresenta oggi un elemento importante della specifica tecnica ufficiale.
Come sottolinea Jules Lejeune, direttore generale di Finat, «il documento, ponderato e pertinente, integra le esigenze specifiche dell’azienda di marca con il know-how degli etichettifici e relativi fornitori. Registra dunque i parametri da seguire a qualsiasi livello, dalle materie prime fino alla trasformazione e all'applicazione di etichette sugli imballaggi, per garantire prestazioni, efficacia, sicurezza e dunque, infine, un cliente soddisfatto».

L'Appendice A di Finat ISO DTS 18615 e l'Appendice C sui parametri dei materiali per etichette rivolti agli utenti finali sono ora di pubblico dominio e possono essere scaricate gratuitamente dal sito ISO tramite il link http://standards.iso.org/iso/18614.
La specifica tecnica completa si chiama ISO DTS 18614: Packaging – Label Material – Required Information for Ordering and Specifying Self-adhesive Labels e può essere ordinata a Beuth Verlag all'indirizzo kundenservice@beuth.de.

Finat è l’associazione mondiale dei produttori di etichette autoadesive e dei prodotti e servizi correlati. Fondata a Parigi nel 1958, con sede centrale a L’Aia (Paesi Bassi), conta oltre 600 membri in più di 50 paesi. Svolge un’intensa attività di raccolta, analisi e condivisione di informazioni e promuove opportunità di incontro a livello internazionale.

VskE è nata nel 1980 per promuovere gli interessi del settore delle etichette in Germania, Austria e Svizzera. Fra le principali attività: lo sviluppo di tecnologie, la raccolta di dati di mercato, l’informazione tramite media specializzati nei tre paesi di riferimento e varie iniziative di networking e collaborazione.
 

Commenti disabilitati