Print4All nel 2022. E intanto la community si reinventa

0

Come cambia, in Italia e nel mondo, l’industria dell’imballaggio stampato.

Le nuove date della fiera Print4All – procrastinata di un anno, fra il 3 e il 6 maggio 2022, nell’ambito di un’Innovation Alliance* riconfermata – sono state comunicate in apertura dell’affollata Print4all Conference di ieri (1200 iscritti di cui circa 400 stranieri di tutti i continenti, relatori di vaglia, tavole rotonde con rappresentanti delle istituzioni e delle industrie del mondo).

Il motivo è evidente: l’anno prossimo si svolgerà drupa, oltre a un gran numero di altre manifestazioni, slittate da questo 2020 funestato dalla pandemia o già programmate per il 2021, rendendo decisamente onerosa la gestione del calendario fieristico delle aziende. Molto più efficace e razionale spostare dunque di un anno l’innovativo evento di area EMEA voluto da Acimga e Argi e organizzato da Fiera Milano per portare al quartiere di Rho tutte le tecnologie per la stampa e la trasformazione di tutti i tipi di supporto per qualsiasi campo applicativo, e fare così community e cross contamination.

A dare la notizia Andrea Briganti, che ha aperto l’incontro in veste di general manager di Acimga (è anche direttore della Federazione Carta e Grafica) insieme a Enrico Barboglio, segretario generale di Argi e presidente 4it Group, a celebrare un’alleanza non banale né scontata fra l’associazione dei costruttori italiani di machine e attrezzature e quella degli importatori. Un’alleanza che è formula tutta italiana del fare sistema e, proprio per questo, emblema della nuova economia collaborativa trainata dai driver della sostenibilità e dell’automazione “4.0”.

Il futuro si stampa oggi

Il tema dell’incontro in streaming, intitolato “Future Factory: il futuro si stampa oggi”, era infatti il mondo nuovo che si delineava prima della pandemia – spartiacque fra ere, alla stregua delle grandi glaciazioni – e quello, ancora in buona parte da definire/costruire, che la pandemia ha sia stravolto sia accelerato.

Ne hanno parlato con competenza e metodo teorici, tecnici, imprenditori e manager, nonché istituzioni italiane e straniere che hanno unito le forze per gettare barlumi di luce su un futuro oscuro e preoccupante, con lo spettro della recessione a gettare le ombre più spaventose. In realtà, ad ascoltare le (prudenti) proiezioni tanto di Acimga quanto delle sorelle cinese (Peiac), indiana (Ipama), statunitense (APTech) e britannica (Picon) – quest’ultima con qualche complicazione in più generata dalla Brexit – par di capire che tutti scommettano su una piena ripresa delle economie: chi già nel primo semestre del 2021 e chi più in là (anche di un anno), e con tutte le enormi differenze di prospettiva nelle diverse aree del mondo.

Gli interventi

Nelle relazioni degli esperti che hanno parlato alla Print4All Conference, sostenibilità e tecnologie 4.0 sono argomenti capaci di rivoluzionare il modo di operare della manifattura di settore (e non solo ovviamente). Sono stati affrontati, da angolazioni diverse, da Nigel Tapper, climatologo e componente dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change, organizzazione vincitrice del Premio Nobel della Pace nel 2007); Alice Bodreau, Global Partners Manager della Ellen MacArthur Foundation (ente la cui missione è accelerare la transizione all’economia circolare); il professore di SDA Bocconi Enzo Baglieri, coordinatore del primo progetto di Industria 4.0 di filiera in Italia, realizzato insieme alla Federazione Carta e Grafica; gli esponenti della supply chain con due tavole rotonde composte da produttori di tecnologie, stampatori e brand owner del calibro di Uteco, HP, SIT, Sacchital, Barilla e Orogel. Il panel formato da Elisabetta Bottazzoli, esperta e consulente in sostenibilità, Comieco e Corepla ha affrontato i grandi temi del recupero, riciclo e bilancio di sostenibilità.

La Print4All Conference ha ospitato anche l’assemblea annuale della Federazione Carta e Grafica ed è stata condotta dal giornalista Matteo Bordone.

Print4All Conference – Future Factory è organizzata da Acimga (Associazione Costruttori Italiani di Macchine per l’Industria Grafica, Cartotecnica, Cartaria, di Trasformazione e Affini) con il supporto di Argi (Associazione Nazionale dei Fornitori dell’Industria Grafica) e di ITA – Italian Trade Agency del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. La Conference si svolge ogni anno e fa da traino e da ponte verso la prossima edizione della fiera Print4All.

Approfondimenti sul prossimo numero di Converting: stay tuned!

* La prossima Innovation Alliance vedrà, in via eccezionale, sfasarsi lo svolgimento di Plast e Meat-Tech, entrambe calendarizzate l’anno prossimo (Plast dal 4 al 7 maggio e Meat-Tech dal 17 al 20 maggio), e di Ipack-Ima, Print4All e Intralogistica Italia che si svolgeranno, invece, insieme l’anno dopo, dal 3 al 6 maggio 2022.

Commenti disabilitati