Ottimizzare “soft”

0

Cargill ha sviluppato SimCorrugator®: un software in grado di simulare l’ambiente reale di produzione, che permette di calcolare l’energia utilizzata, il consumo di amido, acqua e additivi chimici, oltre alle conseguenti emissioni di CO2 rilasciate durante il processo manifatturiero.

Sulla base di questo dati, combinando le funzionalità del software e l’impiego dell’additivo più indicato (ad esempio il C Rhem della Cargill), i sales engineer della multinazionale sono in grado identificare il modo migliore per ottimizzare i consumi di risorse, con saving  fino al 20%, e di ridurre in proporzione le emissioni di anidride carbonica duranti il processo manifatturiero.
SimCorrugator elabora i dati relativi a tutti i tipi di cartone ondulato e alla maggior parte degli ondulatori sul mercato e, secondo i test di simulazione, presenta un’affidabilità del 90%. Il funzionamento è semplice. Anzitutto si “inseriscono” i parametri riferiti alle variabili chiave della produzione: tipologia di carta, onde e grammatura; dati relativi al funzionamento della macchina, come la pressione della caldaia e la fasciatura dei preriscaldatori; le informazioni sull’adesivo e sul circuito del vapore. Quindi, il software li elabora fornendo risultati che possono essere immediatamente riferiti alla produzione reale. SimCorrugator permette di ottenere informazioni dettagliate, la visualizzazione dei flussi (colla, carta e vapore), simulazioni applicabili immediatamente, un facile studio dell’impatto a seguito del cambio di parametri, la visualizzazione della performance della caldaia e il rendimento energetico.

Commenti disabilitati