Ispezione: proposte per il packaging

0

Nuova struttura, nuovi sistemi di ispezione, nuovi mercati e una collaborazione commerciale con I&C. Grafikontrol rilancia a tutto campo, in Italia e all'estero, al servizio dei vari segmenti del packaging. Stampa digitale compresa.

Grafikontrol_De_Grandis_Filippi.pngPaolo De Grandis e Davide Filippi, soci e imprenditori di seconda generazione di Grafikontrol SpA, non si sono persi d'animo. Una volta capito che la crisi del 2007 non era che l'inizio di un periodo difficile, si sono rimboccati le maniche e hanno ridisegnato struttura, obiettivi e prodotti della loro azienda.
Lo sforzo ha richiesto tempo, impegno e investimenti e, infine, doppiata la boa dei 40 anni, la società milanese specializzata in sistemi di controllo industriali per la stampa si presenta non solo con un'organizzazione ottimizzata, ma anche e soprattutto con un'offerta rifocalizzata sulla stampa di imballaggi e, di conseguenza, con una gamma di prodotti rivisitata.

La gamma delle soluzioni Grafikontrol è stata infatti ampliata e arricchita per poter servire, oltre ai settori editoriale e commerciale delle origini, anche i diversi segmenti del packaging e relative tecnologie, digitale compresa. E, in parallelo, è stata rafforzata la struttura commerciale, sia dal recente accordo con I&C, che ha il mandato di vendita in Italia nel settore della stampa di imballaggi, sia con i progetti per l'(imminente) apertura di due nuove filiali estere, in Brasile e Usa.

Chiave di volta della complessa operazione, gli investimenti in R&S: «Uno staff potenziato, con 3 nuovi ingegneri e 22 tecnici esperti – ha dichiarato De Grandis nel corso della conferenza stampa organizzata a inizio dicembre nella bella sede della società – ha lavorato intensamente per progettare e realizzare prodotti allo stato dell'arte, performanti e competitivi, per i controlli qualità sull'intero ciclo di lavorazione e in tutte le applicazioni della stampa: packaging flessibile, rotocalco editoriale, web-offset commerciale e editoriale, materiali neutri, etichettatura».
Partendo dalle esigenze espresse dai costruttori: «Il nostro modello di business si basa sull'ascolto del cliente – sottolineano gli imprenditori – perché è dall'analisi del suo lavoro e delle sue esigenze che nascono le proposte personalizzate e il continuo rinnovamento dei prodotti. Ma anche sulla collaborazione con realtà complementari, in grado di aumentare il valore aggiunto della nostra offerta: come I&C sul piano commerciale e del servizio, e SysChro, che ha sviluppato un software innovativo per l'ottimizzazione dei consumi di inchiostro nell'offset e nella roto editoriale, di cui siamo distributori».

Grafikontrol_colorscan_WEB.png

Sfide, risposte e nuovi mercati
Per migliorare prodotti e processi, minimizzando scarti e tempi morti, Grafikontrol ha dunque sviluppato dei sistemi ad alta tecnologia, che permettono di affrontare le molte sfide di un mercato un movimento.
«Ancor più di altri settori – spiega De Grandis – il packaging ha bisogno di controlli, dato che mette in campo perlopiù processi bobina-bobina, in cui l’operatore non ha modo di effettuare le verifiche in tempo reale che, invece, sono necessarie per poter intervenire subito evitando danni e costi. Inoltre, oggi sono disponibili macchine da stampa molto evolute che, però, per garantire il massimo risultato di qualità richiedono il controllo di innumerevoli parametri. Per questo abbiamo realizzato apparecchiature basate su telecamere, con alti livelli di precisione e affidabilità, in grado di coprire tutto il processo: non solo il controllo del registro colore, ma anche telecamere per l’ispezione del nastro in forma statistica o al 100%, controlli colore in linea mediante sensore spettrofotometrico con feedback alla “cucina” per il color matching, tracciatura dei difetti, fino al processo di taglio».

L'orientamento a massimizzare resa e prestazioni è particolarmente evidente nei nuovi prodotti (vedi spalla), di cui Grafikontrol sottolinea la progettazione e la costruzione Made in Italy come valore aggiunto concreto e competitivo.

Anche da questo punto di vista, l'accordo con I&C rappresenta un passo coerente: «Il nostro nuovo partner commerciale detiene le competenze necessarie a presentare adeguatamente la nostra tecnologia; inoltre la sua conoscenza capillare dei settori flessografico e rotocalco ci permetterà di coprire meglio il mercato interno dove, infatti, abbiamo già finalizzato diversi nuovi ordini», dichiara De Grandis.

A sua volta Sante Conselvan, titolare I&C, sottolinea come l'accordo rappresenti «la continuazione del percorso che abbiamo intrapreso come distributori di sistemi di controllo di processo orientati al raggiungimento della qualità totale. Le soluzioni Grafikontrol completano la nostra offerta che comprende controllo colore, montaclichè, controllo viscosità, automazione per logistica interna, movimentazione materiali con LGV e, oggi, anche i sistemi di ispezione. Non solo. Con i titolari e il management di questa società condividiamo una passione per la stampa e per il lavoro che mira alla soddisfazione del cliente, mettendo in campo, oltre ai prodotti, know how e ingegnerizzazione, consulenza e assistenza: unendo le tecnologie e le competenze lavoriamo bene e raggiungiamo più facilmente l'obiettivo».

La collaborazione fra imprese mette in campo sinergie che stimolano a esplorare le nuove applicazioni e le tecnologie che emergono dalla trasformazione di un mercato in forte rinnovamento.
«I processi digitali – considera De Grandis – hanno molto bisogno di controllo qualità, tipicamente nella stampa di tessuti, dove occorre verificare la precisione e l’omogeneità cromatica, nonché garantire l’uniformità della stampa in una serie di intervalli di tempo. Anche la litolatta, che comprende la stampa diretta su lattine, rappresenta un settore di sbocco promettente, così come i processi dell'industria farmaceutica dove garantire l'assoluta rispondenza dei prodotti agli standard è un must».

 

Commenti disabilitati