Inchiostri: novità per il packaging e il labeling

0

Il Laboratorio R&D di Caleppio, fiore all’occhiello di Sun Chemical Group SpA, fa il punto sui trend e i nuovi prodotti in materia di inchiostri liquidi per l’imballaggio. E, dalla casamadre, anticipazioni su Labelexpo Europe 2015. 

Sun Chemical rilancia sul mercato globale nel doppio ruolo di innovatore e di fornitore di soluzioni complete, e presenta le ultime novità della R&D per la stampa di imballaggi e di etichette. A partire dagli sviluppi in fatto in inchiostri liquidi, su cui ci aggiornano i responsabili del Laboratorio di Caleppio.

Low migration e cloro free
Uno degli studi di maggiore importanza, condotto in Sun Chemical a livello europeo, ha portato alla messa a punto di una famiglia di inchiostri monosolvente, dedicati alla stampa roto dei film plastici ad alta barriera funzionale (PET e OPA). «Si tratta della serie Duratort PM – spiega Giuseppe Ciriello, Technical Manager SB Liquid Inks – caratterizzata da una formula a base di resine poliuretaniche elastomeriche, senza cloro e senza plastificanti monomerici, con bassa migrazione finale. Questi prodotti sono quindi adatti alla stampa di imballi laminati per alimenti, da sottoporre a processi termici di pastorizzazione e di sterilizzazione».
La crescente richiesta di formule “cloro free” nel settore dell’imballaggio ha stimolato gli investimenti di Sun Chemical, che oggi presenta una gamma di prodotti sempre più articolata. «Usando esclusivamente materie prime esenti da cloro – esemplifica Jacopo Rossi, R&D Laboratory Technician SB & WB Liquid Inks – abbiamo messo a punto nuove vernici termosaldanti e primer per la stampa di alluminio destinati al contatto diretto con alimenti».

Sostenibilità e sicurezza
L’altro grande trend che orienta la R&D di Sun Chemical riguarda la sostenibilità ambientale e la sicurezza alimentare che, nella fattispecie, alimenta l’interesse per gli inchiostri all’acqua, considerati più “ecologici” e “salutari” di quelli a solvente. In questo contesto spiccano i prodotti della serie Aqualam, specificatamente studiata per la stampa flexo dei supporti plastici destinati alla laminazione. «Sono formulati con materie prime di nuova generazione, conformi a tutte le legislazioni vigenti in materia di imballaggio – precisa Fiammetta Mazzoleni, Technical Manager WB Liquid Inks – e sono idonei alla stampa di materiale plastico laminato senza l’uso di solventi».
Gli inchiostri Aqualam, infatti, presentano una buona adesione sui film plastici più utilizzati nel packaging flessibile e sono compatibili con la maggior parte degli adesivi senza solvente. «In pratica – continua Mazzoleni – permettono di ottenere valori di bond finali in delaminazione allineati a quelli dei materiali stampati e accoppiati con prodotti a solvente, e delle stampe con la stessa intensità di colore, ma senza ritenzione di solvente».

Wet to wet per la flexo
La ricerca di soluzioni innovative ha spinto Sun Chemical a sviluppare addirittura un metodo di stampa di imballaggi, denominato WetFlex.
«WetFlex – spiega Fabio Cavazzi, R&D WB Special Project CTS Manager Liquid Inks – è un sistema di stampa flessografica che usa inchiostri a base acqua con un alto contenuto di solido. Vengono stampati umidi in sovrapposizione (wet to wet) e asciugati a fine processo con polimerizzazione EB, permettendo di ottenere  stampe lucide e molto resistenti su alluminio, carta e vari tipi di film flessibile».   L’inchiostro WetFlex è anche sicuro e sostenibile per l’ambiente perché, a differenza degli inchiostri tradizionali UV e a solvente, è esente da fotoiniziatori e da sostanze organiche volatili, non ha odore e l’uso non comporta elevati consumi energetici. È già impiegato con successo nel settore dei pannolini, e attualmente sono in corso prove nell’ambito del packaging alimentare, in particolare per snack e surgelati.               

E a Bruxelles vedremo…
A Labelexpo Europe (Bruxelles, 29settembre/2 ottobre) Sun Chemical presenterà diversi nuovi prodotti per tutte le fasi della realizzazione di etichette. Spiccano fra tutti l’inchiostro bianco opaco conforme SolarFlex UV Flexo per packaging alimentare, dalle eccezionali proprietà adesive su un’ampia gamma di supporti, e gli erogatori a marchio Polare, progettati per ottimizzare la somministrazione di inchiostri a tinta piatta in piccole quantità, su supporti a banda stretta. Sviluppati in collaborazione con Inkmaker, sono dotati di 20 testine di stampa per inchiostri ad alta e bassa viscosità.
In fiera anche diverse proposte speciali per la stampa ink jet; nuove funzionalità per essiccazione UV LED, effetti speciali e rivestimenti; una gamma estesa di soluzioni anti contraffazione, oltre che per la gestione del colore (SunColorBox) e delle ultime fasi dello stampato (come i SunLaseTM per marcature laser).
 

Commenti disabilitati