In Italia private label in crescita

0

Nei primi sette mesi del 2016 i prodotti a marchio del distributore hanno registrato un incremento di vendite dell’1,8% a valore e del 0,9% a volume, arrivando a rappresentare il 18,6% del Largo Consumo Confezionato (LCC).

Sono gli aggiornamenti forniti da uno studio realizzato da IRI in vista della fiera Marca 2017 (Bologna, 18 e 19 gennaio 2017), presentata in occasione di un recente Seminario Copacker sui nuovi orizzonti della distribuzione despecializzata.
Secondo i dati di IRI, negli ultimi 12 mesi dal luglio scorso le vendite di prodotti a marchio del distributore (MDD) nel Largo Consumo Confezionato hanno toccato i 9,7 miliardi di euro, generando un risparmio per i consumatori stimato in 1,7 milioni di euro. La crescita della MDD è stata guidata dai prodotti alimentari, soprattutto fresco e ortofrutta. Si registra, invece, un calo nei settori pet care e bevande.

Aumentano anche gli assortimenti della MDD, che nel luglio scorso hanno raggiunto mediamente la quota di 1.384 prodotti a scaffale, con crescite significative nei comparti bio (+9,5%) e premium (+11,6%). Chiaro il messaggio del mercato: oggi i consumatori cercano convenienza ma anche qualità, con una tendenza evidente a comprare l’alto di gamma ovvero, in questo caso, la marca industriale promozionata o la marca commerciale garantita.

Cresce anche, di conseguenza, Marca 2017 che occuperà tre padiglioni nuovi, molto più grandi rispetto all’edizione precedente. Organizzata da Bolognafiere in collaborazione con ADM, nel 2016 Marca aveva attratto 7.546 visitatori professionali, in aumento del +26% rispetto al 2015, con una crescita anche della superficie espositiva (+12,6%), delle grandi insegne mostra (21 invece delle precedenti 17) e dei copaker (555 in totale, +15,4%).

Commenti disabilitati