Debutto internazionale per Phoenix 5.1

0

Tilia Labs presenta la release 5.1 di Phoenix, il software di resa e pianificazione dedicato a cartotecniche e produttori di packaging, etichette e display graphic, distribuito in Italia da BeeGraphic.

Tilia Labs e gli esperti di Beegraphic illustrano a Drupa (Hall 7A, stand D41) le funzionalità dell'ultimissima versione di Phoenix: un workflow appositamente concepito per le industrie che operano nel campo delle arti grafiche – packaging e etichette in primis.
La novità assoluta e carattebeegraphic_Phoenix5_1_nesting.pngristica principale di Phoenix 5.1 è il “tool plan” progettato per suddividere i lavori di un unico ordine su diversi fogli di stampa. Abilitando questa funzione nel profilo di ganging, il software testa in automatico centinaia di combinazioni fino a trovare la soluzione di nesting più vantaggiosa in termini di riduzione dei tempi , scarti e costi di produzione, ovvero di risparmio ed efficienza.
Anche per i lavori fronte/retro il software gestisce in modo intelligente il layout, sfruttando al meglio le funzionalità del dispositivo di stampa per combinare in modo efficace  i prodotti sul foglio di stampa. Il nuovo Smart Place Tool è estremamente semplice e intuitivo: delinea l’area da riempire e mostra un elenco di possibili lavori da collocare, con la relativa anteprima di posizionamento. Basta un doppio clic per selezionare e attivare l’opzione desiderata, tenendo conto (in automatico) della spaziatura richiesta dai dispositivi di stampa e taglio.

L'integrazione col CAD e il grande formato
La gestione dei tracciati per le fustelle è stata notevolmente migliorata in modo da poter supportare l'importazione e l'esportazione da pressoché tutti i tipi di sistema CAD o dispositivi di taglio. Phoenix 5.1 integra, infatti, 26 tipi di template pre impostati che, sommati ai tracciati personalizzabili, consentono di soddisfare qualsiasi esigenza. Una volta impostate, le linetype verranno sincronizzate automaticamente con il tracciato delle fustelle durante l’importazione del file.
Quando si importa il file non è più necessario fornire specifiche tecniche relative a inchiostri, livelli o filetti di taglio in CAD, indipendentemente dal fatto che il documento venga creato manualmente, automaticamente o attraverso CSV. Anche l’esportazione dei layout di fustella in CFF2, PDF e PS è semplificata da una nuova mappatura (organizzazione) delle linetype.
Non solo: con la release 5.1 è possibile gestire una più ampia gamma di fustelle, anche complesse o multi strato, grazie a nuove funzioni di ricerca dei tracciati e di creazione dei margini.              

Criticità in tempo reale
Phoenix 5.1 introduce una nuova interfaccia per la visualizzazione dello stato di lavorazione, concepita per rilevare potenziali problemi di produzione durante l’inserimento della commessa. Le problematiche più comuni e frequenti sono rilevate in tempo reale, sin dalla fase di esportazione, nel pannello Status – reso ancora più user friendly – e immediatamente notificate nella relativa barra di stato. In questo modo per l’operatore è praticamente impossibile  non individuare eventuali errori come, ad esempio:
– linee di taglio che superano i margini delle immagini o del foglio di lavoro;
– formati carta non compatibili con il sistema di stampa in uso;
– stima totale dell’inchiostro che supera i limiti di capacità della macchina;
– codici a barre dinamici privi di contenuto o non validi;
– ordini inevasi all’interno della commessa.

Più produttività
Phoenix 5.1 offre una migliorata user experience finalizzata a incrementare la produttività, semplificando e velocizzando alcune funzioni.
Dalla schermata Prodotti è possibile effettuare una ricerca e una selezione di una serie di prodotti che fanno parte della commessa su cui si intende lavorare. È possibile scegliere fra 7 opzioni di filtraggio e 14 possibilità di ordinamento (sorting); ad  esempio, si possono visualizzare tutti gli ordini inevasi secondo l’ordine di inserimento, il nome del prodotto, le dimensioni e altri parametri.
Il nuovo tool Move consente di posizionare gli elementi con precisione. Basta selezionare, per ogni singola stazione desiderata, le linee di taglio e/o piega interne e definire – gestendo gli assi x e y – nuove posizioni relative. Ad esempio, in base alla selezione delle linee di piega, si possono posizionare e allineare i prodotti orizzontalmente o verticalmente.
Infine, con la nuova versione di Phoenix 5.1 la creazione di rendering in PDF è stata ulteriormente ottimizzata e resa più rapida.

Commenti disabilitati