Windmöller & Hölscher: flexo a tutta velocità

0

Più di 500 ospiti hanno sperimentato gli ultimi sviluppi nella stampa di packaging a “Experience the Future of Flexo”

Il 27 e il 28 marzo 2019 il produttore di macchine Windmöller & Hölscher (W&H) ha ospitato i visitatori dell’open house “Experience the Future of Flexo”. Oltre 500 visitatori da tutto il mondo hanno partecipato a demo live che hanno mostrato quanto veloce possa essere oggi un processo di stampa ottimizzato: a sole tre ore di distanza da quando la foto di gruppo è stata scattata, l’immagine è stata stampata dalla nuova NOVOFLEX II a una velocità di 600 metri/minuto. L’efficienza dei sistemi di automazione intelligente della macchina sono stati mostrati con cambi lavoro ogni cinque minuti, mettendo in luce la versatilità del sistema anche per piccole tirature.

Il clou dell’open house è stat ovviamente il debutto della macchina da stampa flessografica ad alte prestazioni NOVOFLEX II, in grado di stampare i lavori più impegnativi ha velocità estremamente elevate. Per dimostrarlo, W&H ha costantemente cambiato tra due lavori, entrambi processati a 600 metri/minuto ed entrambi graficamente complessi.

Velocità globale

La conversione dall’immagine alla stampa completa in tre ore è stata resa possibile da un processo complessivo ottimizzato. Il partner Kodak ha utilizzato la soluzione FLEXCEL NX Ultra per produrre lastre pronte per la stampa in meno di un’ora. Grazie alla sua unità di stampa strutturata, al sistema automatico di conservazione e al sistema di cambio maniche, NOVOFLEX II assicura un cambio lavoro in pochi minuti. La fase di impostazione della macchina è gestita dai moduli EASY, che permettono di compiere l’intero processo in meno di novanta secondi.

Volevamo dimostrare che la stampa flessografica, con l’alta qualità e comprovata affidabilità dei processi delle moderne macchine W&H e un processo complessivo ottimizzato, consente enorme flessibilità e velocità. Le reazioni degli ospiti ci ha detto che abbiamo avuto successo“, riassume Hermann Veismann, Head of the Printing Division di W & H.

Performance lungo l’intera gamma di prodotti

Il sistema MIRAFLEX di W H vanta oltre 650 installazioni in tutto il mondo. Durante l’open house, MIRAFLEX II era presente in due differenti versioni: quella collaudata a doppia porta e una nuova a porta singola, che richiede meno spazio fisico. In quest’ultimo, la configurazione face-to-face dell’avvolgitore crea una zona di carico/scarico che accorcia la distanza tra bobina e operatore. Oltre al classico processo in quadricromia, la versione a porta singola è dotata dei nuovi sviluppi nel sistema di monitoraggio totalmente integrato VISION, sviluppato internamente da W&H. Il pubblico si è mostrato particolarmente interessato all’esclusivo Head-Up Display e alla classificazione intelligente dei difetti di stampa.

Gli sviluppi presentati fanno parte del nostro focus sul PACKAGING 4.0: macchine intelligenti, funzionamento intuitivo e processi integrati“, afferma Veismann.

Dalle separazione in quadricromia alla separazione multicolore

W&H ha utilizzato la dimostrazione delle due versioni di MIRAFLEX II anche per un confronto diretto tra la separazione dei colori CMYK e la separazione multicolore. Mentre la versione a porta singola stampava in quadricromia, quella a doppia porta operava con una tavolozza fissa a sette colori. Il confronto ha messo in luce i vantaggi e le possibilità offerte da un utilizzo coerente di una gamut esteso. Sono state sottolineate le particolarità tecniche delle aree di inchiostrazione, del design dell’unità di inchiostrazione e della tecnologia di azionamento.

Massimizzare i benefici della macchina attraverso il service digitale

Le nuove tecnologie digitali faciliteranno in futuro l’assistenza ai clienti. Il Centro Informazioni e Diagnostica (IDC) ha mostrato l’utilizzo di occhiali digitali durante la risoluzione dei problemi in tempo reale: un cliente che necessita di assistenza tecnica mette l’auricolare con la videocamera integrata e si connette a un esperto dell’IDC. L’esperto vede tutto ciò che il cliente vede in tempo reale e può aiutarlo in modo rapido e semplice. Sul medio periodo, i servizi digitali saranno utilizzati sia nel supporto del servizio sia nella formazione.

Con gli occhiali digitali, stiamo avvicinando i nostri esperti ai nostri clienti, il che ci consente di rendere il nostro servizio ancora più semplice, più rapido e più conveniente“, afferma Christian Brönstrup, responsabile dell’IDC.

Commenti disabilitati