Il digitale parte dalla testa. E come corre!

0

Le nuove teste Prosper Plus per la stampa digitale inkjet in continuo e le ultime frontiere della tecnologia Ultrastream in termini di velocità, qualità ed economicità. Kodak scalda i motori in vista della prossima drupa e fa demo sulla Sapphire EVO del partner Uteco, in un Summit che ha riunito tecnologi, analisti e giornalisti specializzati di tutto il mondo.

Appuntamento con gli influencer internazionali da Uteco.

Organizzato da Kodak il 6 e 7 febbraio presso lo stabilimento del partner italiano (Uteco ha adottato il digitale inkjet Kodak per primo sulla sua ibrida Sapphire EVO), è stato ideato per spiegare alla stampa tecnica il ruolo determinante delle teste nella stampa digitale e le prerogative della tecnologia Ultrastream nel raggiungere risultati straordinari in termini di velocità (la Sapphire EVO corre a 300 m/min su carta e 150 su film plastico ) con una qualità superiore e un gamut molto esteso con i soli colori di quadricromia, utilizzando inchiostri ad acqua. Per l’occasione sono state presentare le teste di ultima generazione a marchio Prosper Plus, e le nuove frontiere dell’Ultrastream (1200 dpi di risoluzione, sebbene a “soli” 150 m/min: 3 volte superiore a quella del competitor di riferimento) che verranno lanciate ufficialmente alla prossima drupa 2020. Kodak chiarisce così che la recente cessione del business flexo al fondo di investimento Montague – un’operazione da 390 milioni di dollari di cui ha di molto beneficiato la R&D – non significa l’uscita dal mercato delle arti grafiche, dove invece punta alto, anzitutto a packaging e labeling ma non solo. E dove, a dispetto del ritardo accumulato rispetto agli altri grandi player, concorre per un posto al sole puntando tutto sul digitale, con le carte di una tecnologia avanzata e di prestazioni che sparigliano i giochi non solo in termini di velocità ma anche di qualità e di economicità.

L’evento di Colognola

Intitolato Enterprise Inkjet Systems (EIS) Packaging Summit and VIP Media Analyst, ha messo in campo informazioni dettagliate sui sistemi Kodak e dei suoi utilizzatori, ma anche storie e trend del mercato e i punti di vista di analisti competenti.  Coinvolti, il top management della corporation americana, due utilizzatori che hanno puntato sul digitale Kodak e ne hanno raccontato prerogative e utilizzi (Domenico Raccioppoli di Nuova Erreplast, primo acquirente della Uteco Sapphire EVO e Ed Zumbiel dell’omonima cartotecnica americana, utilizzatore del sistema Kodak Prosper 6000S), oltre ad alcuni dei massimi esperti internazionali di stampa digitale: John Snow di Ahead of the curve, che dal palco dei relatori ha sviluppato un intervento molto stimolante sull’impatto del digitale sui brand e i consumatori e, fra il pubblico, ad animare il dibattito con domande e osservazioni, David Zwang, consulente e contributor di WhatTheyThink, e Sean Smyth, print consultant di Smithers Pira.

PER SAPERNE DI PIÙ LEGGI IL PROSSIMO NUMERO DI CONVERTING: L’USCITA È IMMINENTE!

 

Commenti disabilitati