Nasce in Veneto la prima Foresta dell’Associazione Italiana Scatolifici

0

L’Associazione Italiana Scatolifici (ACIS) ha creato, in collaborazione con Treedom, un’intera foresta per dare un contributo concreto alla riforestazione delle aree devastate dal maltempo dello scorso anno.

L’Associazione, sottolineano i rappresentanti con orgoglio, è il primo player della filiera della carta e cartone a investire in questo tipo di iniziativa che nasce con 100 alberi ma è destinata a crescere con il coinvolgimento delle aziende associate. Ciascun membro dell’AICS, infatti, potrà aggiungere nuove piante facendo crescere quello che si presenta come un grande progetto condiviso di sostenibilità ambientale.

All’origine dell’iniziativa, la consapevolezza che la filiera degli imballaggi cellulosici va rispettata e protetta, non solo promuovendo la custodia delle foreste e un riciclo efficiente, ma anche finanziando iniziative di riforestazione sul territorio.

“Siamo davvero felici di lanciare questo bellissimo progetto condiviso con l’intera base associativa, che crescerà grazie al contributo di tutti. È un  progetto che rafforza il nostro impegno verso l’ambiente e ci permette di rilanciare un messaggio molto importante, scritto sugli alberi della nostra Foresta: Gli imballaggi in cartone amano l’ambiente“, spiega Riccardo Cavicchioli, Presidente dell’Associazione Italiana Scatolifici.

“Le nostre aziende operano in un settore che rappresenta un esempio perfetto di economia circolare, basato su risorse disponibili in natura e con una filiera di recupero e riciclo virtuosa, che rappresenta una eccellenza in Italia e in Europa. L’attenzione verso i temi della sostenibilità e dell’ambiente rappresenta per noi una direttrice fondamentale, da continuare a sviluppare e fare crescere”, conclude Cavicchioli.

Treedom sta sviluppando questo progetto di riforestazione con il partner tecnico Veneto Agricoltura che gestisce la produzione vivaistica di migliaia di nuove piantine di specie autoctone come Faggi, Aceri, Abeti rossi, Abeti bianchi, Larici, Frassini maggiori, Betulle, Sorbi degli uccellatori, di garantita provenienza locale. Gli alberi della Foresta dell’Associazione Italiana Scatolifici cresceranno in vivaio e verranno piantati (e geolocalizzati) nel corso del prossimo autunno, in accordo con i tempi della natura.

L’Associazione Italiana Scatolifici nasce nel 2011 come Consorzio privato (CIS) costituito da produttori di imballaggi in cartone ondulato e oggi conta circa 100 aziende associate per un totale di oltre 2.000 dipendenti.

Forma una rete virtuosa di imprenditori uniti da obiettivi importanti: tutelare una categoria fino ad allora poco rappresentata nonostante la sua importanza economica, promuovere la responsabilità sociale d’impresa e contribuire a definire una regolamentazione etica, finanziaria e commerciale che spinga l’intero comparto all’evoluzione e all’allineamento con il resto dell’Europa. Nel 2015 il passaggio ad Associazione e il varo di una struttura più evoluta hanno permesso di affrontare sfide sempre più impegnative e di interfacciarsi con maggior efficacia con gli altri attori di questo mercato.

Treedom

Treedom è una piattaforma web che permette di piantare un albero a distanza e di seguirlo online. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 2010 a Firenze, sono stati piantati più di 500.000 alberi in Africa, America Latina, Asia e Italia.

Commenti disabilitati