Konica Minolta lancia la stampante per imballaggi in cartone ondulato PKG-675i

0

PKG-675i è un sistema di stampa a getto d’inchiostro di alta qualità in grado di stampare in modo rapido ed economico cartoncini ondulati e cartoni pieghevoli, sia piatti che pretagliati, in piccole tirature e personalizzati. Le applicazioni più frequenti sono tirature contenute di imballaggi per i settori alimentare e della cura della persona e della casa, dove la scatola è necessaria per proteggere, promuovere e consegnare il prodotto. I converter possono anche utilizzare PKG-675i per creare mock-up rapidi di progetti di imballaggio, accelerando il time to market e riducendo gli sprechi.

Nata dalla collaborazione di Konica Minolta con l’azienda portoghese MTEX NS, il sistema PKG-675i si basa su cinque teste di stampa Memjet per una larghezza di stampa di 1.67 mm, con una risoluzione di 1600×1600 dpi e una velocità di 18 metri/minuto. Il sistema è gestito da un RIP Caldera e utilizza inchiostri a base acqua con certificazione FDA per il contatto indiretto con gli alimenti.

“La crescita dell’e-commerce è una delle tendenze determinanti del settore degli imballaggi e ciò avrà un impatto importante per coloro che operano nel settore del cartone ondulato. In particolare, i converter devono essere in grado di reagire rapidamente e sviluppare progetti di imballaggi specifici per il commercio elettronico che risolvano le sfide intrinseche della distribuzione postale, piuttosto che quelle della vendita al dettaglio. Un altro trend in crescita è quello legato alla personalizzazione di questi imballaggi e al controllo delle varie versioni. Tutti aspetti per i quali PKG-675i è stata pensata e progettata”, ha commentato Edoardo Cotichini, Senior Manager Professional Print, Konica Minolta Business Solutions Europe.

Trend

La pandemia ha influenzato in maniera profonda il settore degli imballaggi e molti di questi cambiamenti potrebbero essere permanenti. Sebbene i volumi complessivi di imballaggi in cartone ondulato siano calati nel 2020, le previsioni dicono che dovrebbero recuperare rapidamente nel corso del 2021. Infatti i mutamenti più importanti sono avvenuti nel modo in cui le merci vengono vendute e distribuite: ci si allontana da un design dedicato al punto vendita per muoversi verso imballaggi da e-commerce e vendita per corrispondenza.

La ricerca Smithers “State of the Packaging Industry 2020” indica che la pandemia ha accelerato la richiesta di packaging per l’e-commerce di diversi anni, a fronte di dati pre-Covid. Nel 2020 il settore ha raggiunto un valore complessivo di 49 miliardi di dollari, l’80% dei quali è riferito ad applicazioni in cartone ondulato.

Commenti disabilitati