Imballaggi e inchiostri sulla strada della sostenibilità

0

Da molti anni in SunChemical la sostenibilità è al centro di tutti i processi aziendali. In questo articolo spiego come oggi stia guidando lo sviluppo dei nostri prodotti e dei rapporti con i clienti e i fornitori di materie prime.

L’impegno di Sun Chemical in materia di sostenibilità è dimostrato dalla riduzione delle emissioni globali di CO2, dall’impiego crescente di materie bio-rinnovabili e riciclabili e dalla continua ricerca e sviluppo di soluzioni innovative, per promuovere il valore di scelte sostenibili. Questo lavoro suscita un grande consenso nei nostri partner.

Supportiamo i trasformatori di packaging e i brand owner nella realizzazione dei loro progetti di sostenibilità, come la riduzione dei rifiuti di imballaggio e delle emissioni di gas a effetto serra, misurate in CO2 equivalente. Obiettivi come riprogettare imballaggi più funzionali e meno impattanti sull’ambiente, selezionando materiali adeguati, e introdurre materie prime derivanti da fonti rinnovabili e soluzioni di imballo compatibili con i processi post consumo di compostabilità e riciclabilità.

Le fonti rinnovabili all’origine della circolarità

I principali brand owner stanno fissando ambiziosi obiettivi di sostenibilità e l’imballaggio rappresenta un fattore critico per il loro raggiungimento. Un elemento chiave di partenza per le iniziative che mirano a realizzare soluzioni sostenibili è l’utilizzo di materie prime derivanti da fonti rinnovabili, ossia non di origine fossile come sono invece il carbone, il petrolio e i gas naturali che tendono a esaurirsi nel tempo. Il crescente impiego di materie prime di origine vegetale o animale è una delle strade per passare da un’economia lineare che produce scarti difficili da gestire, a una economia circolare che autoalimenti i propri processi e impatti meno sulle condizioni ambientali necessarie alla vita: la cosiddetta biosfera.

Perché tutelare la biosfera

Riconoscendo l’importanza della sostenibilità come questione di interesse globale, Sun Chemical sta lavorando ad allineare i propri obiettivi con quelli espressi dalle Nazioni Unite nell’Agenda 2030, un programma per le persone, il pianeta e la prosperità.

Gli inchiostri per la stampa di imballaggio occupano un segmento della supply chain che può sostenere gli obiettivi con un impatto diretto sulla biosfera in termini di:

  • cambiamenti climatici
  • inquinamento delle acque
  • vita sulla terra e negli oceani.

È altresì evidente che se non viene assicurato lo sviluppo della vita sul pianeta non è pensabile nei prossimi anni parlare di società né di economia, in quanto entrambe si basano su una biosfera “funzionante”.

Salute umana e salute del pianeta

Grazie alla collaborazione con le più importanti associazioni di categoria che lavorano sulla sostenibilità, Sun Chemical sviluppa soluzioni innovative più performanti. E permette a converter e brand owner di raggiungere obiettivi di sostenibilità con soluzioni differenziate sul mercato globale e una significativa riduzione dei gas a effetto serra immessi nell’ambiente.

È cruciale che i nuovi sviluppi a beneficio del pianeta non comportino rischi per la salute umana. I grandi traguardi nella sicurezza dei prodotti per il confezionamento alimentare devono essere mantenuti anche nei nuovi sviluppi delle normative che promuovono la sostenibilità. Adottare approcci come la Valutazione del Rischio, Modelli di Migrazione e Biotest garantirà la conformità, e anche di più, in  tutto il mondo.

I principi che guidano la R&D

I principali temi che guidano la progettazione di soluzioni sostenibili sono:

  • bio-rinnovabilità,
  • riciclo,
  • compostabilità,
  • eco-efficienza.

Sun Chemical persegue la sostenibilità nelle varie fasi della Ricerca e Sviluppo: promuovendo l’uso di materie prime sostenibili/bio-rinnovabili, la riduzione dell’impatto ambientale dei propri prodotti e l’incremento di soluzioni per imballi facilmente riciclabili e compostabili.

Gli inchiostri bio-rinnovabili a base acqua

La serie di inchiostri bio-rinnovabili a base acqua SunVisto Aquagreen, rappresenta una di queste soluzioni. Nella loro formulazione è stata aumentata la quantità di materie prime ottenute da fonti rinnovabili vegetali, in sostituzione di materie prime a base petrolchimica, che stanno diventando sempre più scarse. Questi inchiostri sono costituiti da una parte significativa di resine di derivazione vegetale come amido, zuccheri e sottoprodotti della lavorazione dei cereali, e sono indicati per imballaggi alimentari naturali, più puliti e più ecologici.

Il metodo scientifico di misurazione

Ma come si misura il contenuto di componenti biologici negli inchiostri? La percentuale di materiale bio-rinnovabile (BRC) presente negli inchiostri e nei rivestimenti si può determinare mediante l’analisi del frazionamento isotopico del Carbonio. Tutti gli esseri viventi (animali e vegetali) contengono, oltre al noto Carbonio C12, una quota elevata di isotopo C14 del carbonio. Questo proviene dalla stratosfera e, attraverso il processo di fotosintesi, entra in circolo prima nei vegetali e poi negli animali che se ne nutrono.

I SunVisto Aquagreen Le caratteristiche degli inchiostri SunVisto Aquagreen sono:

  • l’elevata quantità di resina bio-rinnovabile contenuta,
  • la certificazione di TUV Austria “OK compost HOME” e “OK compost INDUSTRIAL” e l’idoneità alla stampa di imballaggi compostabili,
  • le diverse versioni che permettono di coprire un’ampia gamma di applicazioni per imballaggi di carta, cartone, cartone ondulato e film plastici trattati,
  • la buona velocità di asciugamento e l’alta risolubilità in fase di stampa,
  • la convenienza economica (o a “costo zero”),
  • l’efficacia nella riduzione delle emissioni di gas serra.

Gli inchiostri Aquagreen possono essere usati per stampare diversi tipi di imballaggi: scatole e involucri per sandwich, piccole confezioni da asporto, sacchetti, bicchieri di carta per bevande calde e fredde, carta per avvolgere alimenti, shopper di carta e bio-film.

Gli inchiostri che agevolano il riciclo meccanico

Per quanto riguarda le soluzioni che coinvolgono i processi di riciclo meccanico, abbiamo recentemente sviluppato prodotti per la stampa di etichette in PET cristallizzabile, da applicare su bottiglie di PET per poter riciclare al 100% bottiglia e etichetta: sono i cosiddetti inchiostri “lavabili”.

Questi inchiostri sono stati studiati per staccarsi dal film plastico che fa da substrato all’etichetta durante il processo di lavaggio con soda, senza scolorire la soluzione di lavaggio e senza contaminare le scaglie di PET da riciclare. Le particelle di inchiostro vengono separate per sedimentazione e successiva filtrazione.

Nel caso di etichette in OPP su bottiglie di PET, la European PET Bottle Platform (EPBP) raccomanda l’uso di inchiostri che rimangono sulle etichette durante il processo di lavaggio con soda caustica. Per la stampa di etichette in OPP è stata studiata una serie di inchiostri ad alta resistenza agli alcali, certificata dal superamento dei test specifici pubblicati dalla EPBP per la valutazione di inchiostri compatibili con il riciclo di PET.

Compostabilità certificata

Riguardo la compostabilità sono state sviluppate vernici barriera conformi al contatto alimentare diretto (DFC) che, oltre a conferire un’eccellente barriera ai liquidi sia caldi sia freddi, può sostituire il classico strato di PE estruso sul cartoncino destinato alla produzione di bicchieri di carta compostabili sia in casa sia industrialmente secondo la Norma EN 13432.

Gli inchiostri certificati OK COMPOST hanno superato i test di analisi chimica sui metalli pesanti e l’ecotossicità previsti dalla Norma EN 13432. Per questo possono essere utilizzati per la stampa di imballaggio compostabile nelle applicazioni tipiche.

La percentuale massima utilizzabile è riportata per ogni inchiostro prodotto sul certificato emesso dall’ente di certificazione.

Conclusioni

Concludendo, le soluzioni sostenibili in ambito inchiostri da stampa e imballaggio esistono, sono in continua evoluzione e saranno sempre di più richieste e utilizzate dal mercato.

Per saperne di più visitate www.sunchemical.com/sustainability

di Egidio Scottini, Direttore Tecnico Inchiostri Liquidi in Sun Chemical Group SpA

Commenti disabilitati