Flexo protagonista a Bologna

0

Come ogni anno, Bologna ha ospitato due giorni interamente dedicati alla flessografia, con la cerimonia di premiazione del BestinFlexo (20 novembre 2018 – quarta edizione) e il Flexo Day (21 novembre 2018).

BestinFlexo 2018: i premi italiani della flessografia

Grande fermento alla quarta edizione del premio alla qualità di stampa flessografica BestInFlexo 2018 che ha visto la partecipazione di circa 280 persone, riunitesi a Bologna il 20 novembre scorso per la serata di premiazione degli stampatori vincitori e per celebrare l’eccellenza nella stampa flessografica.

Circa 150 lavori in gara, 12 le categorie premiate, a testimonianza della grande versatilità della flexo: 5 premi vanno alla stampa su film, 3 su carta/cartoncino e 2 a quella su cartone ondulato. Uso combinato e uso creativo completano il novero dei premi in lizza durante la serata. Oltre a una menzione speciale assegnata dalla giuria, composta da alcuni tra i massimi esperti in termini di valutazione e acquisto packaging per il settore della grande distribuzione e brand owner. E oltre, ovviamente, al super premio conferito al miglior lavoro in assoluto tra tutte le categorie premiate: il BestInShow.

Come già nell’edizione passata, ampia visibilità è stata data anche alle aziende di prestampa che hanno contribuito a realizzare i lavori premiati, con l’assegnazione di un attestato anche ai prepress dei primi classificati.

Ecco tutti i vincitori 2018 (prestampa tra parentesi): 2 premi per Sacchettificio Nazionale G. Corazza (FGS) e Cartotecnica Postumia (Thema Studio); 1 premio per Ekaflex (Digital Flex), Carta Stampa (Fotoincisioni Universal), Corapack (Digital Flex), , IPI (Thema Studio), Toppazzini (Z-Due), Scatolificio Ceriana (Zincografia Imen), F.lli Magro (F.lli Magro) e Niederwieser (Digital Flex). Menzione speciale: ACM (2G&P) per l’utilizzo degli inchiostri UV. BestInShow 2018: Cartotecnica Postumia (Thema Studio).

I vincitori di ciascuna delle categorie sono candidati d’ufficio ai prossimi FTA Europe Diamond Awards, previsti nel 2020 in occasione di Drupa. La serata è stata anche l’occasione per il conferimento del premio alla carriera, giunto alla sua seconda edizione e attribuito quest’anno a Renato Vergnano della Digital Flex – Nuova Roveco Group.

Flexo Day 2018: format di successo in continua evoluzione

Grandi numeri per il FlexoDay 2018, che anno dopo anno supera record di partecipazione e aspettative e che, con ben 480 partecipanti registrati, si conferma anche per il 2018 l’evento di riferimento per il settore della stampa flessografica, in Italia e all’estero. Numerosi infatti anche gli stranieri, presenti soprattutto per la sessione pomeridiana, organizzata in partnership con FTA Europe.

Prima edizione per Marco Gambardella, neo Presidente di Atif, che ha voluto porre l’accento soprattutto sulle necessità di crescita anche dal punto di vista della formazione delle risorse umane, all’interno di una community in costante sviluppo come quella della stampa flexo. E proprio in apertura è stato premiato uno studente della IT Scuola Padre Monti di Saronno, con il premio Best Student in Flexo, giunto alla sua seconda edizione. Sostenitori dell’iniziativa il Socio Atif I&C e l’azienda Masterpack, presso la quale lo studente svolgerà un periodo di stage.

Sempre molteplici e innovativi gli spunti e gli apporti tecnici proposti dai relatori nel corso della giornata. Dupont ha presentato un excursus sulle tecnologie (la retinatura nella stampa flexo), mentre Rossini si è soffermato sui materiali, approfondendo l’utilizzo della fibra di carbonio nella costruzione di maniche e fusti. Infine Uteco ha illustrato una ricerca di mercato sulle richieste dei produttori di packaging e sullo stato del settore, con particolare riferimento all’impatto delle nuove tecnologie di stampa, quali extended gamut e stampa digitale. Molto apprezzato anche l’intervento di Barilla sulla propria visione del packaging sostenibile e sulla prospettiva di un futuro a impatto zero.

Atif ha presentato il nuovo documento tecnico sui rulli anilox, sul quale il Comitato tecnico dell’Associazione sta lavorando e che porterà alla pubblicazione dell’ennesimo documento, con le linee guida di riferimento per gli addetti ai lavori. L’Associazione ha voluto anche dedicare un momento per illustrare la messa a regime del Centro Tecnologico Atif, avvenuta grazie a molteplici interventi sulle attrezzature installate. Durante la sessione internazionale pomeridiana anche SweFlex, Associazione flessografica Svedese da poco entrata a far parte del network europeo, ha illustrato ai presenti le opportunità offerte dal proprio centro di formazione che, insieme a quelli delle altre Associazioni flessografiche in Europa, contribuirà a fornire un’offerta di più ampio respiro a tutti gli stampatori europei.

Il Flexo Day 2018 è stato supportato da Dupont, Rossini, Uteco (Platinum sponsor), Biessse Tape Solutions, I&C, Kba Flexotecnica, Kodak, Lohmann, Mavigrafica, Omet, Simonazzi, Tesa (Gold sponsor) e da 3M, AV Flexologic, Edigit, ETS International, Heidelberg, Inglese, Tadam, Ulmex, Z-Due (Silver sponsor).

Il prossimo appuntamento è per l’edizione sud del FlexoDay prevista a Salerno nel Marzo 2019.

Commenti disabilitati