Tech-It Packaging – Italpolimeri vince un oro a BestInflexo 2017

0

Medaglia d’oro nella categoria film banda larga ai premi BestInFlexo per Tech-It Packaging – Italpolimeri che fornisce da 30 anni imballaggi flessibili. Le lastre utilizzate per stampare il prodotto premiato sono state fornite dal service di prestampa flexo Mavigrafica che utilizza tecnologia Kodak Flexcel NX

La società, che ha sede a Osimo ed è nata nel 1986 per la produzione di imballaggi flessibili, è completamente integrata, perché al suo interno avviene il ciclo di produzione completo, dalla produzione di film con tecnologia di estrusione in bolla (materiali a 3 e 5 strati) alla stampa flessografica fino a otto colori, al confezionamento delle buste con macchine saldatrici.

Sin dagli esordi Tech-It Packaging – Italpolimeri, che si rivolge direttamente all’industria, ha puntato alla qualità e alla fascia alta, cercando di acquisire clienti e marchi importanti a livello nazionale e internazionale, e anche marchi meno conosciuti ma altrettanto innovativi, sicura di poter offrire un imballaggio di altissima qualità a livello di stampa e di caratteristiche funzionali del prodotto. Se nella fase iniziale della sua attività i settori di riferimento erano l’alimentare e l’igienico-sanitario, col passare del tempo l’azienda si è specializzata in quest’ultimo, cioè soprattutto nella produzione di imballaggi per assorbenti igienici per donna, pannolini per bambini e pannoloni per adulti.

Le ragioni di questa scelta ce le illustra Massimo Mancinelli, direttore commerciale: “alla fine degli anni ’80 e inizio anni ’90 il mercato si stava allargando con il boom della plastica e molte aziende hanno pensato ai volumi e quindi producevano i sacchetti del tipo shopper, che ovviamente davano la garanzia di grossi volumi produttivi, invece noi abbiamo pensato a servire l’industria e i marchi perché eravamo convinti che questo fosse il futuro, e questa decisione si è rivelata una scelta vincente, perché pochi hanno scelto di farlo, soprattutto nel settore igienico-sanitario; oggi abbiamo raggiunto una buon livello di specializzazione, infatti abbiamo fidelizzato molti clienti”.

Il settore igienico-sanitario è comunque un mercato difficile, dove la qualità e la tecnologia fanno la differenza, e la concorrenza internazionale esiste. La società sta cercando di migliorare il servizio offerto dando la possibilità ai clienti di controllare l’avanzamento degli ordini, e in generale sta lavorando per rendere la comunicazione con il cliente sempre più interattiva.

Tech-It Packaging – Italpolimeri non punta solo sulla qualità ma anche sul benessere dei suoi 90 dipendenti e sull’arte. I fortunati operatori dell’azienda hanno a disposizione delle aree relax per staccare la spina durante il lavoro e nel reparto di stampa è presente una mostra permanente di quadri donata dalla fondazione Antonio e Giannina Grillo onlus, cui ovviamente possono accedere anche i clienti. In azienda c’è anche una galleria dedicata agli imballaggi di prodotti igienico-sanitari provenienti da tutto il mondo, suddivisi per continenti, che possono essere fonte d’ispirazione per i responsabili marketing e acquisti dei clienti.

Il premio con Kodak e Mavigrafica

Qualità di stampa e costanza dei risultati: questi i motivi che hanno convinto Tech-It Packaging – Italpolimeri a utilizzare il service di prestampa Mavigrafica. “Abbiamo fatto delle prove e siamo stati molto soddisfatti dei risultati grazie al sistema di produzione lastre Kodak Flexcel NX usato da Mavigrafica”, afferma Mancinelli. Questo sistema è progettato per la produzione delle lastre flat top con punti minimi di 10,6 µ e certificato fino a 300 lpi. Le lastre garantiscono molti vantaggi in stampa: riduzione dei tempi di avviamento e degli scarti; miglioramento della stabilità cromatica e tonale; incremento delle densità massime dei fondi pieni e dei tratti; gamut colore più ampio; riduzione del numero dei colori e degli inchiostri speciali; abbinamento fondi pieni e immagini sulla stessa lastra; incremento della lineatura di stampa e qualità del prodotto finale.

“Accogliendo l’idea di partecipare al concorso Bestinflexo abbiamo deciso di presentare un solo prodotto, che abbiamo scelto anche perché si tratta di un imballaggio innovativo da tutti i punti di vista, realizzato in plastica biodegradabile e compostabile fornita da Bio-Fed, che contiene pannolini per bambini naturali usa e getta ipoallergenici e compostabili Naturaè®, un marchio heiLife®, una delle prime aziende ad aver introdotto l’innovazione dei materiali bio ed ecosostenibili applicata ai prodotti personal care monouso”, dichiara Mancinelli.

Per Tech-It Packaging – Italpolimeri è stato importante e gratificante partecipare al concorso, oggi l’azienda può sfruttare il fatto che ha vinto il primo premio nella categoria film banda larga per iniziative di marketing e promozionali; “inoltre ritengo che la giuria abbia valutato i prodotti in gara con grande competenza e assoluta imparzialità, insomma credo che parteciperemo anche quest’anno”, conclude Mancinelli.

Mavigrafica garantisce risultati eccellenti nella stampa flessografica

Maurizio Vitale, titolare di Mavigrafica, che ha sede a Fisciano (SA), così descrive la sua ascesa nel mondo della prestampa: “sin dalla nostra nascita, nel 1997, abbiamo scelto di essere un service di prestampa per il settore flexo e dall’inizio ci siamo distinti per le nostre soluzioni innovative. Nel 2008 Mavigrafica riconosce in Kodak il partner giusto per differenziarsi sul mercato nel settore degli impianti flexo, acquistando, prima in Italia, il sistema di produzione lastre Kodak Flexcel NX. L’azienda utilizza anche il CTP Kodak Thermoflex Wide.

Ma Mavigrafica non si ferma qui e nel 2010 compie un ulteriore passo in avanti con la tecnologia Kodak DigiCap NX, un algoritmo che permette di ottenere una superficie della lastra flexo “texturizzata”, caratterizzata da micro-alveoli di 5×10 µm disposti in uno schema a scacchiera su tutta la sommità del clichè e su tutta la gamma tonale. “In questo modo il trasferimento dell’inchiostro migliora tantissimo per una stampa flexo di qualità eccezionale, perciò l’introduzione di questa tecnologia è stata per noi davvero un punto di svolta, anche perché i risultati qualitativi erano visibili anche ai non addetti ai lavori e ciò poteva ampiamente giustificare un costo maggiore dell’impianto”, spiega Maurizio.

Da diversi anni l’azienda ha clienti su tutto il territorio nazionale e l’anno scorso ha aperto una nuova filiale operativa a Cernusco sul Naviglio (MI), così i tanti trasformatori del nord Italia potranno avvalersi della professionalità di uno studio grafico, ma soprattutto Mavigrafica cercherà di essere di supporto alle tante agenzie creative che progettano imballaggi eliminando a monte le diverse problematiche che nascono solitamente intorno a nuovi progetti da realizzare in flessografia.

Commenti disabilitati