Henkel dà nuova vita alla carta siliconata

0

Henkel ha progettato e attivato un brillante progetto di riciclo, che permette di raggiungere, in un sol colpo,  due obiettivi di valore: togliere dalle discariche i liner di carta siliconata che rappresentano gli scarti del processo di etichettatura, a tutto beneficio dell’ambiente,  e ottenere il vantaggio economico derivato dal loro sfruttamento come materia prima per la produzione di cartoncino. Oggi è attivato negli stabilimenti Henkel di Lomazzo e Ferentino, dove si producono tra gli altri i detersivi a marchio Dixan, Perlana e Nelsen, e ha permesso di ridurre in soli tre mesi rispettivamente del 20 e del 10% il volume dei rifiuti generati nei due siti.

“Lungi mirare” e lavorare d’anticipo
«
Con questo progetto abbiamo anticipato la normativa europea sull’economia circolare, realizzando un modello di crescita sostenibile che tende ad azzerare i rifiuti perché si basa sul riutilizzo delle risorse», ha spiegato Giuseppe Scicchitano, Laundry Home Care Packaging Manager di Henkel Italia. «Oggi raccogliamo e gestiamo la carta siliconata non più come scarto di lavorazione ma come un sotto-prodotto, per cui possiamo cederla ad altre aziende perché entri nel loro ciclo produttivo.»

Il progetto è partito nel maggio 2014 e ha richiesto quasi due anni di studi e sperimentazioni per risolvere diverse complessità sotto il profilo tecnico, normativo, economico e organizzativo. In stretta collaborazione con Innovhub-SSI, area business carta – l’azienda speciale della Camera di Commercio di Milano che svolge attività di ricerca applicata e consulenza tecnico-scientifica – Henkel ha condotto una serie di analisi sulla carta siliconata, da cui è emersa la presenza di cellulosa di ottima qualità e la riciclabilità del materiale all’85%. Successivamente, sono stati avviati test rigorosi per definire la corretta modalità di reimpiego dei rotoli provenienti dagli stabilimenti Henkel.

Verificata e certificata la conformità alla norma EN 643 sulla classificazione dei maceri, la carta siliconata viene oggi raccolta in appositi cassonetti per mantenerla asciutta e pulita, poi trasportata presso un’importante cartiera lombarda dove viene riciclata e utilizzata per realizzare il cartoncino destinato a confezioni di vario genere.

La strategia di sostenibilità 2030
Il progetto di recupero della carta siliconata si inserisce nel quadro della Strategia di Sostenibilità 2030, con cui Henkel si è impegnata a triplicare il valore creato rispetto all’impronta lasciata da operazioni, prodotti e servizi, ovvero rendere tutti i prodotti e i processi tre volte più efficienti. Nel quinquennio 2011-2015, l’azienda ha documentato a livello globale la riduzione del 17% dei rifiuti generati per unità di produzione. In Italia, nello stesso periodo la quantità di rifiuti per unità di produzione è diminuita del 45%.

Commenti disabilitati