Carta-stampa: la congiunturale di filiera

0

Dinamica del settore in leggero peggioramento nel terzo trimestre 2016 e giudizi neutrali sul quarto trimestre: i dati dell’indagine relativa al terzo e quarto trimestre 2016, elaborata per la Federazione della filiera della carta e della grafica. Con una “coda” sulle misure a sostegno dei consumi e delle imprese.

Sulla base dei risultati rilevati nell’indagine condotta nei settori macchine grafiche, cartotecniche e per il converting/ produzione di carte e cartoni/grafica e cartotecnica-trasformazione, Alessandro Nova dell’Università Bocconi commenta: “Nel terzo e quarto trimestre 2016 i risultati delle aziende mantengono una discreta intonazione ma, come già nella precedente indagine, la dinamica tendenziale mostra un leggero peggioramento. Il numero di chi dichiara crescite nel fatturato interno risulta, infatti, è sostanzialmente allineato a chi dichiara una flessione. Migliora leggermente la situazione riferita la mercato estero che sconta, però, una flessione delle aspettative”.

Le aspettative prudenti della filiera – considera ancora l’economista – riflettono, d’altronde, la dinamica del prodotto interno lordo italiano, che mantiene una tendenza positiva ma su livelli decisamente insoddisfacenti, soprattutto a confronto con altri Paesi europei. Infatti, se è vero che l’intera UE è caratterizzata da fenomeni di “stop and go”, è altrettanto evidente che in alcuni contesti nazionali prevalgono le fasi di “go” e in altri le fasi di “stop” – e l’Italia purtroppo si colloca nel secondo gruppo.
Con riferimento all’indagine relativa al terzo trimestre 2016, nell’ambito della dinamica precedentemente richiamata, i comparti della Federazione registrano il ritorno ad un mercato estero leggermente più favorevole, anche se le aspettative per il trimestre finale dell’anno sembrano nuovamente favorire la domanda interna.
A livello dei singoli comparti della Federazione, le macchine per grafica e converting hanno registrato i risultati di crescita del fatturato interno decisamente più favorevoli, mentre esprime un lieve ottimismo il settore grafico sulla domanda interna, dopo un primo semestre in modesto calo. Al contrario, indicazioni di rallentamento provengono dal comparto cartotecnico trasformatore e da quello della produzione di carte e cartoni. Queste dinamiche, che invertono parzialmente i risultati della precedente rilevazione, confermano ancora la varietà di comportamenti dei diversi comparti. Per quanto riguarda il fatturato estero, le risposte ricalcano quelle del mercato interno, con l’unica eccezione del settore carte e cartoni, che ha mostrato un miglioramento visibile anche nella componente estera della domanda, pur se in misura più contenuta. In questo contesto, il comparto cartotecnico trasformatore ha evidenziato senz’altro la dinamica più complessa, dopo un primo semestre molto positivo.

Le indicazioni sul quarto trimestre 2016 mostrano attese ancora discordanti. Il comparto delle macchine grafiche e per il converting prosegue con attese di crescita estremamente favorevoli. Prevalgono invece giudizi più neutrali nel settore cartario, cartotecnico trasformatore e in quello grafico, con quest’ultimo che mostra però, in continuità con i risultati sul trimestre precedente, attese leggermente migliori”, conclude Nova.

Commenti disabilitati